Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20161110.mp4

IL Bologna continua a correre, ma gli occhi sono rivolti anche a chi è un po’ fuori dal gruppo. Stiamo parlando di Mimmo Maietta, che giorno dopo giorno migliora e ha già iniziato la preparazione sul campo. Obiettivo numero uno è quello di verificare se vi sono le possibilità di riaverlo già il 20 novembre con il Palermo. Anche perchè la brutta notizia viene dal ritiro della nazionale svedese che sta preparando l’incontro con la Francia. Il difensore rossonblù Helander, infatti, è stato colpito da una lombalgia che gli impedisce di essere disponibile per l’incontro. Così lo staff tecnico gli ha concesso la possibilità di tornare in anticipo a Casteldebole per le cure del caso. Si spera che avendo davanti dieci giorni il problema possa essere risolto e dunque possa essere disponibile con il Palermo, ma certamente non vi arriverà con la migliore condizione. Intanto torneranno Gastaldello e Torosidis, mentre Destro, con due settimane di lavoro in più dovrebbe aver acquisito una forma che si possa avvicinare a quella compatibile con la serie A. Tanto che ieri Da Costa ha affermato che l’attaccante è carico come una molla e se l’umore è buono è soprattutto perchè sente che il suo fisico dà segni di miglioramento. Sempre Da Costa ha confidato che Mirante ha bruciato le tappe e fisicamente è a posto. Ora manca solo il documento medico ufficiale affinchè possa riprendere l’attività agonistica. Se arriverà in testo potrebbe essere nuovamente tra i pali rossoblù. E, nonostante Da costa sia un’autentica sicurezza, è chiaro che il rientro contemporaneo di pilastro importanti, come portiere, capitano e centravanti titolare, e magari pure il gladiatore Maietta, diventa una carica a tutto l’ambiente affinchè il momento storto della squadra possa presto passare. Inoltre, inutile dirlo, aumenta pure il tasso tecnico e l’esperienza della squadra, proprio alla vigilia di un miniciclo di cinque partite che porteranno direttamente al taglio della prima metà del campionato. Subito dopo si aprirà il calciomercato, che proprio da queste partite dovrà avere risposte importanti. Chiaro che ora almeno un centrale, un esterno e un attaccante, se non due, sembrano necessari, ma molto dipenderà, pure, dalle scelte tecniche che si vorranno impostare, quindi pure dal mercato in uscita. Intanto godiamoci giorni nei quali durante le partite ufficiali sono molti i rossoblù impegnati, il segnale che potenzialmente la squadra ha buonhe qualità, anche se non sempre riescono ad esprimersi al meglio.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.