Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Va dritto al cuore dei tifosi il presidente Roberto Mascellani. «Il basket è bello solo se lo facciamo a Ferrara» dice mentre parte un fragoroso applauso che scalda l’atmosfera di una calda domenica di agosto. Quella scelta dalla Carife per avviare la nuova stagione.
Il parco è sempre quello del Kleb dove giocatori, tifosi, dirigenti e appassionati si mischiano a gente in costume appena uscita da un bagno in piscina o ancora sdraiata sul lettino a curare l’abbronzatura. Clima famigliare, sereno, l’onda lunga della soddisfazione per la promozione si fa ancora sentire. Se poi la si miscela con la stuzzicante idea che la serie A diventerà realtà tra pochi mesi, ecco che il mix si fa ancora più gustoso. «Del resto la nostra grande forza è sempre stata quella di essere un grande gruppo, una famiglia – ha continuato il presidente -. Un gruppo di persone che si vogliono bene e che, con questa consapevolezza, andiamo ad affrontare un nuovo campionato, sapendo che ci stiamo affacciando all’ennesima sfida e che l’asticella sarà ancora più alta».
La Carife è la prima squadra della serie A ad iniziare la preparazione. Dalla prossima settimana partiranno anche le altre formazioni, più o meno quando a Ferrara arriveranno Ebi, Collins e Jamison che assieme a Mazzola (ancora impegnato con la Nazionale Under 20) erano gli assenti al raduno di ieri. «La prossima sarà una stagione lunga ed importante» ha sottolineato Sandro Crovetti, giemme bianconero, prima di dare la parola a Mascellani.
«E’ un vero piacere essere qua e devo ringraziare tutta la città di Ferrara se dopo la promozione siamo riusciti a compiere la scelta di rimanere a fare basket in città. Abbiamo fatto una scelta importante, una scommessa e il Comune l’ha fatta con noi decidendo di darci un PalaSegest più capiente e comodo, che dovrà essere come una “bombonera” per il calore del pubblico che dovrà essere il nostro sesto uomo in campo». Il calore non sarà lo stesso dello stadio del Boca Junior, ma il PalaSegest dovrà cercare di essere anche in serie A il più possibile un fortino difficile da espugnare.
L’assessore allo sport Davide Stabellini raccoglie l’assist del presidente Mascellani e mette a segno una bella schiacciata a canestro. «L’amministrazione comunale si unirà al coro dei tifosi per sostenere sempre la Carife che porterà in giro per l’Italia il nome di Ferrara. L’essere arrivati in serie A non è un risultato raggiunto per caso, ma è il frutto di un lavoro che la società ha iniziato alcuni anni fa e che ha portato avanti senza dimenticare il vivaio e il lavoro per i giovani». «Ora regalateci ancora tante emozioni» ha detto Stabellini guardando i giocatori seduti uno a fianco all’altro. Tutti abbronzati, con i volti rilassati, sorridenti e in perfetta divisa bianconera.
Al fianco del Basket Club quest’anno ci sarà ancora una volta la Carife che, contrariamente a quanto successo fino all’anno scorso, ha confermato il contratto di sponsorizzazione per due stagioni. «Abbiamo sempre creduto nel basket e continuiamo a crederci» ha spiegato Stefano Zecchi, portando il saluto del presidente Santini e del direttore generale Murolo. Poco prima che Crovetti presentasse tutte le persone che lavorano per la società, che hanno reso possibile la promozione in serie A e che lavoreranno per la prossima stagione.
Ad accendere ancora una volta la passione del pubblico ci ha pensato Giorgio Valli, coach molto amato a Ferrara. «Queste sono belle iniziative che avvicinano la squadra al pubblico. Nel nostro team la parola più comune è fiducia. C’è rispetto nel lavoro di tutti e c’è grande fiducia di potersi migliorare sempre. Siamo una gruppo che vuole dimostrare di poter stare in serie A. Invito i tifosi a seguirci con affetto e di farlo anche nei momenti più difficili del campionato. Vi posso assicurare che daremo tutti il cento dieci per cento». E la Carife dovrà farlo dalla prima giornata di campionato il 5 ottobre quando a Ferrara arriverà la Scavolini Pesaro per il primo match in serie A della Carife. Ma di qui alla prima giornata di campionato mancano ancora due mesi nei quali il Basket Club dovrà portare a regime la macchina organizzativa e soprattutto la squadra. «Il primo appuntamento al quale Ferrara non potrà mancare sarà quello del 19 settembre quando incontreremo il Cska campione d’Europa – ha ricordato Mascellani – ma la cosa più bella sarà iniziare la nostra prima stagione in serie A con il nostro pubblico a Ferrara».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.