Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Venticinque punti e la grande sorpresa del campionato. E’ quanto dovrà affrontare domenica il Bologna. Il Catania di Walter Zenga, con Spinesi che sta per finire alla Salernitana ed Edusei al Bari, è una sorta di favola, che nasce sull’asse allenatore –Mascara. Il tecnico, al quale è appena stato rinnovato il contratto, ha messo tutta la sua personalità, che in Italia in molti avevano dimenticato visto che le sue esperienze erano state soprattutto all’estero, gioca un calcio molto tattico, nel quale è il collettivo ad ottenere i risultati, trascinato, però, dall’indiscusso leader, Giuseppe Mascara da Caltagirone, 29 anni, uno dei protagonisti della risalita in serie A nel 2005-2006 e ora sempre più uomo squadra.
Il modulo di Zenga, che i tifosi potranno vedere all’opera domani sera in coppa Italia a Torino contro la Juventus, prevede una difesa a tre con uomini di grande esperienza come Silvestre, Terlizzi e Stovini, quindi le sorprese Izco, giovane argentino dell’83 a destra e Sardo, trentenne difensore napoletano a sinistra, con Ledesma, Carboni e Tedesco a garantire qualità e quantità in mezzo al campo, con le due punte Morimoto, cresciuto moltissimo in questi anni e, appunto Mascara. Senza dimenticare che manca una vecchia volpe come Baiocco per squalifica e hanno avuto buono spazio i giovani talenti Plasmati e Paolucci, utilizzati da Zenga nelle giuste dosi e senza troppa pressione.
Inoltre l’atmosfera allo stadio Massimino non è mai delle più accomodanti per gli avversari, basta chiedere alla Roma qualche settimana fa, e il pubblico trascina la squadra, tanto che la mitica frase “Clamoroso al Cibali”, oramai è fuori moda viste le tante vittorie ottenute sul campo di casa dai ragazzi di Zenga.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.