Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La cosa più bella è stata la risposta del pubblico. Tutta la tribuna del campo Filippetti di Riale si è stipata di tifosi per guardare con attenzione l’allenamento del Bologna, che ha provato il nuovissimo campo in erba sintetica in vista dell’incontro di domenica a Novara, dove ritroverà lo stesso manto. Anzi a dire il vero non sarà proprio simile perchè quello di Novara, avendo oramai due anni, è decisamente meno morbido del Filippetti, che comunque è stato bagnato a dovere prima della seduta, esattamente come accadrà a Novara. Domani mattina un’altra seduta sul sintetico, ma questa volta a porte chiuse, prima della partenza, nel pomeriggio, per Novara dove sabato il Bologna svolgerà la rifinitura. Molte le differenze tra un campo in sintetico e uno tradizionale, compresi i tacchetti delle scarpe. Banditi i 6 tacchetti, si utilizzano le scarpe a 13, specie quelle di nuova tipologia lamellare, ma soprattutto vietati sono i tacchetti di ferro, autentici nemici del sintetico.
Intanto nelle prove tattiche del pomeriggio Pioli ha costruito la squadra con il 4-3-1-2, con Raggi e Morleo sulle fasce, Casarini, Mudingayi e Gavilan al posto di Konè a centrocampo, con Diamanti dietro a Di Vaio e Gimenez, entrambi larghi. Dall’altra parte Ramirez dietro a Vantaggiato e Acquafresca, con Paponi vicino alla panchina a guardare i compagni. Certo, se la scelta dei centrocampisti fosse confermata sarebbe davvero una linea giovane e alternativa a quella mostrata fino ad ora, anche se da qui a domenica le scelte non possono certamente essere considerate definitive.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.