Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il dado è stato tratto. Da Gilardino a Bianchi, da una possibile soluzione milionaria ad una che forse garantisce qualche gol in meno ma non tanti perchè la media di Bianchi dice che in carriera ha giocato 300 gare e segnato poco più di 100 gol in dieci anni, ovvero una decina per ogni campionato. Nel 2006-2007 con la Reggina ha segnato in A 18 reti, quindi tre anni dopo, anche se in B, addirittura 26 con il Torino, seguite da altre 19 l’anno dopo sempre in cadetteria, mentre lo scorso anno si è fermato a otto. Al ritorno in A dei granata ha raccolto ben 11 reti in campionato con 32 presenza, più una doppietta nell’unica gara di coppa Italia giocata, che portano a 13 gol in 33 partite. Davvero difficile capire perchè qualcuno si è lamentato della scelta del Bologna, che si è assicurato le prestazioni di un bomber che non ha mai deluso le attese e che con Diamanti che può servirlo con cross tagliati Kone e Larazos che possono agire sulle fasce fa prevedere che nessuno possa avere un attacco altrettanto prolifico tra le squadre che hanno gli stessi obiettivi del Bologna.
Inoltre a parte il prestito di Curci, ma per il quale a fine stagione c’è il riscatto a solo 1,2 milioni, non si può più dire che il Bologna vive di prestiti o giocatori a fine carriera. Inoltre negli ultimi giorni l’opera di Zanzi e Polenta anche nell’opera di sfoltimento della rosa sembra davvero riuscire nel migliore dei modi. Visto che solo ieri Gavilan, Cruz Armada, Draghetti e Venturi sono finiti al San Marino in Lega Pro, seguiti oggi da Casini mentre sempre ieri la società aveva comunicato il prestito alla Reggiana e Crotone di Bandini e Romanò, e venerdì scorso Marchi era andato al Catanzaro.
E da domani riparte la caccia alla seconda punta, su tutti il rumeno Grozav con la cui squadra, il Petrul Poiesti si era arrivati vicino alla conclusione della trattativa per poi fermarsi. Il Bologna ripartirà dal prestito con diritto di riscatto al termine della stagione. Grozav si giocherà una maglia da titolare con Lazaros e il giovane rumeno arrivato in prestito dall’Inter Alibec, senza dimenticare la duttilità tattica di Moscardelli, che in pratica può giocare su tutta la linea d’attacco. Secondo Polenta la fumata bianca sembra vicina perchè l’operazione è nell’interesse di tutti, sono solo da limare alcuni aspetti per i quali è necessario vedersi e nel giro di un paio di giorni l’incontro avverrà, probabilmente in Slovenia luogo del ritiro della squadra rumena. Infine il Bologna ha prolungato fino al 2016 il contratto con July Garics
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bianchi_20130709.mp4

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.