Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ partita oggi la seconda parte del ritiro dei rossoblu. Da stamane il Bologna è ad allenarsi a Sestola. Alle 10 la prima seduta di allenamento per i ragazzi di Bisoli, ma non è bastata perchè anche alle 17 la squadra è tornata ad allenarsi. Bisoli dopo il giorno di riposo concesso ieri è già tornato a far faticare la squadra che nel triangolare contro la Spal e il Salorno è apparsa meno brillante, un po’ affaticata dalle fatiche della preparazione atletica svolta ad Andalo. MA il mister non demorde perchè vuole una squadra pronta già per l’impegno del 21 agosto. Non solo i calciatori stanno faticando, perchè sul fronte societario alcune mosse importanti si stanno attuando. Una politica nuova si apre su Casteldebole, ma soprattutto sul dall’Ara. Da quest’anno saranno bandite tutte le tessere omaggio concesse agli amici degli amici, agli amici dei politici e alle presunte persone interessate a farsi vedere allo stadio per fare le cosiddette pubbliche relazioni. Un giro di vite bello ampio, basti pensare che fin’ora si contano più o meno 1000 non paganti, tutti o quasi, rigorosamente in poltrone gold, non certo in curva o tribuna laterale a tifare la squadra del cuore. Una sorta di addio alla casta rossoblu. Questo provvedimento non riguarderà solo i politici, va sottolineato che Cevenini e Nanni, fin da tempi non sospetti si sono pagati da soli il loro abbonamento. Il buon esempio hanno deciso di darlo proprio il presidente e il suo Vice, ma a quanto pare tutti i soci, che si pagheranno i loro abbonamenti e gli eventuali biglietti che vogliono regalare agli amici. In un momento di caos sicuramente un gesto degno di nota della società in perfetto stile Bologna. Oltre che sul fronte societario, il Bologna lavora sul mercato. Attesa ad ore l’ufficializzazione di Diamanti. Il giocatore arriverebbe in comproprietà con il Brescia per 1, 7 milioni e dovrebbe percepire tra i 700 e gli 800 mila euro di ingaggio .
In queste ore dovrebbe anche esserci l’incontro con la Juventus per chiudere definitivamente l’affare Sorensen, difensore bianconero. L’arrivo di un difensore è, anche a volere del mister un obiettivo fondamentale. Marotta, ha già fatto sapere che non è disposto a trattare sulla base del prestito con diritto di riscatto, e quindi molto probabilmente si andrà sulla strada della comproprietà. Il Bologna non offre più di 1,5milioni di euro, mentre la Juventus vorrebbe alzare la cifra. Starà proprio al Club bianconero prendere o lasciare l’offerta, ed è pensabile visto che urge per Marotta sfoltire la rosa dei 35 giocatori, che accetterà. Nella trattativa potrebbe rientrare anche Almiron, anche se dopo la buona prestazione di Krhin il centrocampista non rientrerebbe nei piani di Bisoli,almeno che non sia pronto a partire Mudingay.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.