Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/bologna_20140224.mp4

Domani alle 15, con un allenamento a porte aperte il Bologna ricomincerà la preparazione in vista della partita di domenica pomeriggio a Verona. Lo farà con la rabbia di voler vendicare il pesante 4-1 dell’andata, con la necessità di fare punti e con la consapevolezza di avere la squadra al completo, recuperato anche Perez dopo la squalifica e Acquafresca che si riunirà ai compagni tra domani e mercoledì, così come dovrebbe farlo Pazienza. Nello stesso momento Mandorlini non avrà la sua punta di Diamante, quel Luca Toni rinato a Verona e che dovrà scontare un turno di squalifica dopo la quarta ammonizione.
Ma quello che comincia domenica pomeriggio, e che vede in lizza le ultime cinque squadre, può essere considerato un campionato nel campionato. Una locomotiva, quella guidata da Bologna e Chievo che comunque sembra un vecchio treno a vapore o addirittura a carbone, e che continua a diminuire la media punti del proprio campionato. Pensare che siamo arrivati a 0.80 per il terzultimo posto vuole dire che se la media dovesse rimanere la stessa ci si salva con meno di 31 punti. Il mese di marzo sarà quello decisivo per la salvezza del Bologna, con sei partite con concorrenti dirette che diranno se sarà necessario soffrire fino in fondo oppure poter respirare negli ultimi incontri. Il Bologna con il brasiliano Ibson sembra aver trovato il centrocampista che detta i tempi e le verticalizzazioni e soprattutto dai suoi piedi potrebbero passare i palloni per migliorare la fase realizzativa, che è il vero tallone d’Achille della squadra di Ballardini. Come detto si comincia domenica a Verona, che è vero che sta facendo un grande campionato e ieri ha vinto pure a Livorno, ma è indubbio che la sua fase migliore sembra averla già vissuta. Nello stesso momento il Bentegodi è un fortino che ha garantito la gran parte dei punti per gli scaligeri, se è vero che hanno vinto otto delle tredici partite giocate, con un pareggio e quattro sconfitte. Nella prossima giornata non ci saranno scontri diretti, quindi le squadre non si potranno togliere punti tra loro, come capitato ieri tra Chievo e Catania, diverso il discorso relativo all’8 e 9 marzo per la ventisettesima. In quell’occasione oltre al derby emiliano tra Bologna e Sassuolo, l’anticipo delle 20.45 sarà Catania-Cagliari. Il 16 marzo contemporaneamente a Livorno-Bologna c’è un’altra sfida che potrebbe dire molto, Sassuolo-Catania, mentre passando alla settimana successiva il Bologna se la vedrà al Dall’Ara con il Cagliari. C’è poi da prendere in considerazione il turno infrasettimanale di mercoledì 26 marzo, con il Bologna che torna al Bentegodi, ma questa volta con il Chievo, infine l’ultima giornata del mese di marzo vedrà l’anticipo delle 18.00 al Dall’Ara tra i rossoblù e l’Atalanta.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.