Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Non siamo ancora arrivati all’ufficialità, ma le due vacanti panchine della Bologna del basket sarebbero praticamente già state assegnate. Già lunedì anticipavamo come Lino Lardo fosse già vicinissimo alla panca virtussina: nel weekend le parti si sono di nuovo incontrate, ed ormai si stanno solamente limando i dettagli. In teoria la società sarebbe ancora in vendita, ma è ormai più che palese che non solo Sabatini non venderà, ma che oltretutto non ne ha mai avuto davvero l’intenzione. E nell’ottica della grande riduzione dei costi, Lardo è probabilmente l’uomo giusto, esperto com’è a far rendere al massimo anche squadre di non eccelso valore tecnico. Ma la novità del ponte dell’1-2 giugno è stato il divorzio tra Montegranaro ed il suo allenatore Alessandro Finelli, dato ormai per vicinissimo alla panca Fortitudo. Si tratta di un ritorno eccellente, dal momento che Finelli (nato oltretutto sotto le Due Torri) ha già militato per 15 anni nella F scudata, come responsabile del settore giovanile ed anche come assistente della prima squadra. Anche in questo caso si tratta probabilmente di una scelta azzeccata, dal momento che il coach bolognese ha fatto rendere parecchio negli ultimi anni formazioni (Livorno, Ferrara, Montecatini, Pavia, la stessa Montegranaro) che di certo non brillavano per roster stratosferici. Al suo posto a Montegranaro probabilmente andrà un altro coach bolognese, Luca Dalmonte, che fino all’ultimo ha conteso a Finelli proprio la panchina della F scudata. Se quella biancoblù sarà stata una scelta vincente, lo si vedrà solamente con il tempo.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.