Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Se servivano conferme, sono puntualmente arrivate. Sassuolo e Grosseto sono due realtà, e lo hanno dimostrato: la prima piegando in casa la capolista AlbinoLeffe, la seconda costringendo l’Avellino a inseguire il pari. Intanto la Triestina fa il colpaccio in casa della Salernitana.

EMPOLI-MODENA 3-1
Un bel Modena va in vantaggio con un colpo di testa di Catellani: sospetto appoggio sulle spalle del difensore, però sono gli emiliani a comandare le operazioni. La reazione empolese produce un calcio di rigore trasformato dalll’esperto Vannuccchi, che poi a inizio ripresa raddoppia approfittando di una generale dormita della difesa modenese. Gli ospiti a quel punto crollano, e arrotonda il punteggio nel finale Coralli grazie a una bella azione personale di Buscè, che gli serve un assist d’oro. Per il Modena resta crisi nera.

PARMA-FROSINONE 2-2
Parma disorganizzato in difesa, Santoruvo va via e mette dentro al 13′. Pensa Paloschi a ristabilire la parità liberandosi bene al limite per un tiro imparabile. A inizio ripresa raddoppia Cristiano Lucarelli su punizione, complice una deviazione della difesa avversaria. Poi c’è il rigore per il Frosinone, dubbio ma adeguatamente sfruttato da Dedic. Il Parma poi continua a premere ma senza più efficacia, ed esce sul pari e tra i fischi: giocatori e staff tecnico, al termine dell’incontro, sono stati chiamati sotto la curva nord, il settore del Tardini che ospita la tifoseria di casa, e qui sono rimasti a parlare a lungo con i tifosi. A spiegarsi a nome della squadra sono stati Cristiano Lucarelli, Castellini e Pisanu, poi è toccato a Cagni, accolto da una raffica di fischi al suo ritorno in campo dagli spogliatoi. Dallla tifoseria più ultrà, però, nessun coro particolare all’indirizzo dell’allenatore, nè la richiesta di esonero, ma per Cagni potrebbe già esserci un ultimatum dalla società: vittoria con il Brescia lunedì prossimo o esonero.

PIACENZA-RIMINI 0-0
Gara molto tattica e molto noiosa. Due fiammate per squadra, primo tempo ai punti a favore del Rimini, ripresa con qualche colpo ai fianchi del Piacenza ma senza il pugno del ko. Sui piedi di Vantaggiato per il Rimini e di Moscardelli le palle gol annullate dai portieri. Zero a zero inevitabile.

SASSUOLO-ALBINOLEFFE 1-0
Salvetti sblocca il risultato nella ripresa su punizione e proietta la sua squadra in testa alla classifica, confermandola quale grande rivelazione di questo inizio di campionato. Una sconfitta che fa male, quella subita dagli uomini di Armando Madonna (che nella ripresa ha gettato nella mischia anche il figlio Nicola, ma non è bastato), che a lungo hanno anche rischiato di vincere prima di arrendersi.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.