Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Nel caos che regna in questo momento nel Bologna calcio, chi sperava che la famiglia Menarini potesse rappresentare un’ancora alla quale aggrapparsi, probabilmente è rimasto deluso dopo la conferenza stampa di ieri sera. I Menarini faranno il possibile per trovare nuovi acquirenti che possano portare il Bologna fuori dalle sabbie mobili ed evitare il fallimento, ma non torneranno al comando della società. Gli ex proprietari rossoblù hanno convocato la stampa in Cogei per cercare di fare chiarezza sulla situazione, anche se l’obiettivo non è stato completamente raggiunto e rimangono parecchie zone d’ombra sulla gestione della trattativa che ha portato Porcedda ad acquisire il club. Intanto c’è il capitolo fideiussioni, con il venditore, in questo caso Menarini, che si espone con garanzie di 10 milioni di euro in Lega Calcio per il compratore. Onestamente un’anomalia nel campo delle compravendite.

Nel contratto di cessione non ci sono infatti clausole che prevedano il ritorno del Bologna Calcio ai Menarini in caso Porcedda non mantenga i patti. Chiaro che cominci quindi ad aleggiare lo spettro del fallimento, nel caso la situazione non si sblocchi. I Menarini sono ancora in quota al 20%, ma come ha sottolineato il Geometra non è previsto che siano loro a saldare gli stipendi e gli arretrati. E infatti all’ordine del giorno c’è la ricerca di nuovi compratori.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.