Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La notizia giunta nella giornata di ieri e confermata dai giornali è a dir poco paradossale. Un tifoso, presentato come consulente, ha assistito senza che Zanetti ne fosse a conoscenza, all’incontro di Treviso. Un modo per far capire le vere intenzioni di Guaraldi ai tifosi, nello stesso modo un’idea davvero poco rispettosa verso l’interlocutore, una situazione che solo pensarla fa capire a che punto di confusione mentale è in questo momento il numero uno rossoblù. Più passa il tempo, più sembra probabile un impegno di Zanetti prolungato nel tempo, ovvero un passaggio di consegne che non avverrà rapidamente a causa della quotazione in borsa dell’azienda di Zanetti, ma che avrà questo come obiettivo finale. Intanto bisognerà gestire questa stagione, con il tentativo di tornare in serie A prima possibile, cercando di assolvere entro giugno tutte le necessità burocratiche e amministrative, dal pagamento degli stipendi ai contributi alle fideiussioni in Lega per l’iscrizione alla B. Poi si potrà pensare all’allenatore e alla squadra. Zeman, specie con l’ingaggio del suo manager Fusco, sembrerebbe molto più che un’opzione, anzi sembra esserci già una base di accordo, che si potrà concretizzare solo con garanzie di tipo tecnico. Dopo l’addio di Zanzi da qualche ora è spuntato il nome di Lucchesi come Direttore Sportivo, sicuramente persona autorevole, ma probabilmente già bruciata nel momento in cui esce. Intanto la squadra domani riprende ad allenarsi fino a venerdì prima del rompete le righe, senza i nazionali che già sono in giro con le proprie squadre

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.