Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il Bologna di questa stagione è davvero andato oltre ogni più rosea aspettativa. La quinta vittoria in trasferta ha proiettato i rossoblù al nono posto, ha fatto del Bologna la squadra sorpresa del campionato e ha definitivamente lanciato Gaston Ramirez come campione molto al di sopra della media.
Inutile chiedersi se la rete a Catania è più merito del giocatore o c’è stata una certa ingenuità di Carrizo, solo l’idea di tirare da quasi 30 metri è quella che non nasce ad un giocatore normale. Ora sarebbe sbagliato fermarsi e la squadra ha dimostrato, proprio a Catania che rispetto agli altri anni, i calcoli li si fa dopo il 90′, dopo aver dato tutto in campo. Sarà così anche domenica con il Napoli. La squadra di Mazzarri si gioca con Udinese e lazio l’ultimo posto per i preliminari di Champions, i rossoblù semplicemente la voglia di regalare ai propri tifosi un’ultima soddisfazione.
Fino allo scorso anno questa motivazione veniva considerata meno di zero. Oggi non è così, raggiunti 48 punti non è utopia pensare di toccare il record di 52 fatto con Guidolin. Saranno due partite giocate alla morte, sia questa che quella con il Parma, due partite vere. Si giocheranno per lo spettacolo e già questa è una novità, che non capitava da molto tempo. Come a Catania, poi, la squadra sarà in piena emergenza: non ci saranno Ramirez, Portanova e Kone, mancheranno ancora Gillet e Gimenez, non si sa se sarà recuperato Perez.
Finora chi ha sostituito i giocatori mancanti non li ha fatti rimpiangere: allora ecco che Cherubin, Diamanti e Marco Di Vaio alla sua ultima davanti al pubblico del Dall’Ara sapranno mantenere quella continuit� di prestazioni e risultati che ha portato il tecnico Pioli ha segnare la media di 1.51 punti a gara, una media straordinaria dettata da un gruppo che � riuscito a rimanere squadra anche tra voci di mercato e ipotetiche offerte per l’acquisto della societ�. E da questo punto di vista non si pu� che fare un plauso anche a tutta la societ�. Chi ha criticato dall’inizio Guaraldi, Zanzi e i soci ora non pu� dare tutto il merito a Pioli e fare il processo alle intenzioni. Se finora Guaraldi ha sempre agito per il bene del Bologna non si pu� colpevolizzarlo di non aver accettato un’offerta mai arrivata. Intanto mercoled� prossimo alle 18.30 il Bologna ha invitato a Casteldebole tutti i tifosi per festeggiare assieme ai protagonisti, giocatori, staff e dirigenti, una splendida stagione. Un’iniziativa praticamente a costo zero ma decisamente coinvolgente.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.