Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Angelo Gigli è passato ieri dalla Ghirada a Treviso per liberare l’appartamento e prendere la strada di Roma. Nella società capitolina, il fenicottero ex Bipop ha siglato un contratto triennale.
«Sono contento -afferma- finalmente sono riuscito a coronare il mio sogno di vestire la maglia della squadra della mia città. Per la verità anche due anni fa avrei potuto far tappa a Roma ma le incognite sul tecnico mi hanno indirizzato a Treviso. Dati alla mano, la scelta non si è rivelata azzeccata. Per fortuna che la Lottomatica è tornata a farsi viva e da lì chiedermi la disponibilità per vestire i suoi colori. Ho deciso di accettare senza esitazioni».
Come giudica la Trenkwalder uscita dal recente basket mercato?
«Per me la squadra è super. Rispetto all’anno scorso ha fatto un chiaro balzo in avanti. Per il campionato di Legadue Fultz è un fuori quota, Alvin Young è una garanzia, Infa sta crescendo a vista d’occhio. Melli avrà un anno in più di esperienza e non potrà che far meglio. Non conosco il valore delle antagoniste ma la squadra che Reggio ha costruito è molto forte».
Ha dimenticato di parlare di Smith.
Quando Alessandro (Dalla Salda) mi ha chiesto cosa ne pensavo, gli ho detto di firmarlo subito senza esitare. Sinceramente non credevo che Reggio potesse prenderlo. Con noi aveva giocato ottime gare di Eurolega. Giocatore che in Legadue può fare la differenza, anche perché è un giocatore completo, di squadra e soprattutto, è uno che difende. Con Young si completa al meglio».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.