Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Conferenza stampa per Gyorgy Garics che questo pomeriggio ha incontrato i giornalisti presso la sala stampa del centro tecnico “Galli” di Casteldebole. Parla della sconfitta con il Palermo il difensore rossoblù, una gara in cui il Bologna non è riuscito a dare il meglio di sè: “Non si è salvato nessuno nella partita di domenica. Ora dobbiamo fare di tutto perchè non ricapitino prestazioni di quel tipo. La serie A è un campionato molto difficile, che non perdona, e il Palermo è una squadra con grandi qualità che quest’anno farà di tutto per puntare in alto come la scorsa stagione. Noi abbiamo sbagliato l’approccio mentale alla gara: saremmo dovuti scendere in campo più compatti per impedire agli avversari di sviluppare la loro forza principale che è il possesso palla. Dobbiamo fare in modo che questa partita sia solo un episodio: è importante imparare dai nostri errori. Non è un problema di modulo: il mister crede in noi e a tutta la squadra piace giocare in questo modo, e si vede. L’abbiamo dimostrato in campionato giocando contro squadre più forti del Palermo. Non mettiamo in discussione le nostre forze, sappiamo quanto valiamo e per dimostrarlo bisogna entrare in partita dal primo minuto, cosa che non è successa contro il Palermo. Siamo bravi giocatori, con grandi qualità che vanno espresse in campo domenica dopo domenica. Ogni partita possiamo dare sempre di più: non c’è nessun problema di condizione”. Tra pochi giorni gli uomini di Malesani scenderanno in campo contro la Juventus, non sarà una partita facile ma gli stimoli non mancano: “La Juventus arriva al momento giusto. Dopo la sconfitta subita a Palermo abbiamo bisogno di reagire. Dobbiamo rifarci davanti al nostro pubblico che ci ha sempre sostenuto: avremo l’occasione di far vedere alla gente quanto valiamo. Domenica ritroverò Del Neri, allenatore che ho avuto a Bergamo. Con lui sono cresciuto molto e lo devo ringraziare. Ci sarà anche Manninger, con il quale ho giocato nella Nazionale Austriaca. Non sarà una partita facile: la Juventus è una squadra con tante qualità e in crescita continua. Ha fatto operazioni di mercato importanti e in campionato ha avuto alti e bassi. Domenica saremo noi a giocare in casa: sarà una partita dura per tutti”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.