Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Domenica non ci saranno i tifosi rossoblu allo stadio franchi, e nemmeno i viola che avrebebro voluto comprare il biglietto, ma la società rossoblù ha comunque fatto di tutto per cercare di far cambiare idea al ministro Maroni, come ha confermato questa mattina la presidente Francesca Menarini “Sarà un derby a porte chiuse. Peccato. Noi ce l’abbiamo messa tutta ma non è servito. Mi aspetto un pronto riscatto dopo la prestazione di domenica. Per questo ieri ho fatto una visita ai ragazzi, in maniera informale, per salutarli, ma anche trasmettere loro grinta e fiducia”.
Per quanto riguarda la squadra c’è il dubbio Antonioli che ieri ha saltato un allenamento e oggi la partitella a sasso marconi, mentre bisognerà capire le condizioni di castellini, anche lui ad andamento ridotto. In preallarme l’uruguiano britos, giocatore dalle grandi potenzialità ma ancora poco esperto al campionato italiano e che queste difficoltà le ha messe in risalto durante le amichevoli di metà settimana. Per Firenze, poi, Arrigoni cambierà sicuramente anche modulo. Possibile il ritorno al 4-2-3-1, magari con il rientro di Adailton e di Amoroso. Sicuramente comincerà dall’inizio Mudingayi, un giocatore di carattere, quello che richiede la numero uno rossoblù: “Chiaro che la cosa più importante sono i punti. Poi la determinazione, il fatto di non mollare mai fino alla fine”.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.