Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La nuova Fortitudo di Giulio Romagnoli non ha di certo passato un weekend di mare, sole ed ozio. Al contrario, dall’ultimo fine settimana è uscita una società ed una squadra con grandi novità. Innanzitutto l’assemblea dei soci ha portato un nome nuovo di zecca: il club si chiamerà infatti “Società Cestistica Fortitudo Bologna”, per evitare ogni possibile omonimia con la “Fortitudo Basket Bologna”, squadra pensata un anno fa da Gilberto Sacrati anche se mai attuata. E insieme alla nuova denominazione, con cui la società si presenterà in sede federale all’inizio della prossima settimana, si registra anche una svolta nella scelta dell’allenatore. La priorità è quella di Lino Lardo, come già vi annunciammo qualche giorno fa: il tecnico ligure, che ha allenato la Virtus nelle ultime due annate, è però in attesa di una risposta da Roma, che lo sta considerando per la propria ennesima ricostruzione. Lardo ha però fatto sapere di avere gradito particolarmente l’interesse della F scudata, e che se quindi da Roma arrivasse una fumata nera, il matrimonio sarebbe estremamente gradito da entrambe le parti. Se invece Lardo finisse nella capitale, anche il nome alternativo di queste ore porta ad un allenatore ex Virtus: parliamo del macedone Zare Markovski, che per la cronaca è stato l’ultimo tecnico a portare una squadra bolognese in finale-scudetto, con la Virtus nel 2007. Oltre alla statistica, ciò che alletta nell’opzione Markovski è come quella finale arrivò: e cioè con una squadra senza grandi stelle ma zeppa di giocatori-scommessa, a partire da Brett Blizzard (arrivato a Bologna come scarto di Reggio Emilia ed autore invece di una stagione straordinaria) per continuare con Vlado Ilievski (ripudiato da Roma e rilanciatosi proprio sotto le Due Torri), per poi finire con Giovannoni, Crosariol, Michelori e addirittura Gugliotta, tutti giocatori arrivati a Bologna senza alcun squillo di trombe e invece autori di stagioni straordinarie. Se Markovski riuscisse a combinare cose simili nella nuova F scudata, sarebbe ovviamente il benvenuto.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.