Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Fortitudo soffre parecchio contro una Caserta mai doma, ma alla fine può festeggiare una vittoria che ha un peso specifico notevole in ottica salvezza, soprattutto in virtù della vittoria clamorosa di Ferrara in quel di Rieti: gli estensi erano sotto anche di 17 punti all’intervallo. Quindi intanto complimenti a Ferrara, che già salva matematicamente ma senza più la possibilità di accedere ai playoff, ha avuto comunque la forza fisica ma soprattutto mentale di disputare un grande match e di coronare un’incredibile rimonta, per loro ininfluente ai fini della classifica. Se la Carife non avesse fornito una tale prova, la Fortitudo sarebbe stata praticamente già in Lega Due. Adesso, invece, per salvarsi ai bolognesi basterà vincere l’incontro di domenica a Teramo senza sperare in un regalo della Snaidero (prossima avversaria dei reatini): ma per i biancoblù, è ovvio, l’impresa domenica in Abruzzo è tutt’altro che facile, contro una squadra quasi imbattibile in casa ed in lizza per le primissime posizioni. Ancora male, invece, la Virtus, che ha raccolto a Montegranaro la quarta sconfitta consecutiva, scivolando ulteriormente in classifica (ora è quinta), e con la prospettiva domenica prossima di ricevere una lanciatissima Treviso, che ieri ha appunto sconfitto Teramo sorpassando così i bianconeri in graduatoria. Boykins e compagni paiono davvero aver perso la strada maestra, in questo finale di regular season, ed urge ritrovare il giusto passo al più presto altrimenti i playoff potrebbero diventare pericolosamente in salita per la truppa bianconera.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.