Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Tutto si può dire tranne che il termine della regular season non abbia lesinato emozioni. Al di là dello scontatissimo primo posto di Siena, e della seconda piazza già acquisita da Roma, Teramo ha acchiappato un clamoroso 3° gradino, con Treviso a seguire e con la Virtus precipitata in quinta posizione grazie, appunto, alla quinta sconfitta consecutiva. Raccolto davvero gramo, questo, per i bianconeri, squadra indicata da tutti, per forza tecnica e soprattutto per entità di investimenti, la vera anti-Siena. Ora la truppa di un barcollante Boniciolli dovrà ricominciare tutto daccapo nei playoff, partendo proprio dalla Benetton che li ha appena sconfitti a domicilio. Ma è in coda che si sono consumate le sorprese più eclatanti: insieme a Udine è infatti la Fortitudo a retrocedere in Lega Due, gettando alle ortiche 10 finali scudetto, due titoli conquistati e due Final Four d’Eurolega negli ultimi 15 anni, nei quali è stata la squadra più continua e più vincente d’Italia in quanto a partite conquistate, ben più di Siena. Tutto cancellato con una stagione ridicola e vergognosa, alla quale non si sa nemmeno se verrà dato un domani: l’ipotesi del fallimento, o addirittura della sparizione, è a questo punto più che una lontana teoria. Di certo, quella che sta arrivando sarà un’estate di fuoco per la F scudata, soprattutto per i suoi tifosi, involontari protagonisti di una delle pagine più tristi della storia societaria. Ancora complimenti, infine, alla sorprendente Ferrara che, piazzandosi all’ottavo posto finale in classifica, non coglie i playoff solo per la differenza canestri. Per una squadra neopromossa che per metà campionato ha sostato in ultimissima posizione, questo è stato un risultato davvero fantastico.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.