Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

FORTITUDO BOLOGNA

Huertas – voto 5 – (2pti, -, 1/2, 0/3) – Non è sempre sabato, e non è sempre festa: pietrate da lontano, confusione da vicino, e 5 assist non dicono di come si perde arricciandosi sia davanti che dietro.
Gordon – voto 5,5 (13pti, 3/4, 2/7, 2/6) – Tracolla nel desiderio di ripetere le goleade benettoniane, ma termina senza sapere bene dove sbattere la testa, sia davanti che dietro.
Mancinelli – voto 5,5 – (6pti, -, 3/6, 0/2) – Da prima punta come era stato in certe altre occasioni a non capire bene quali siano i suoi nuovi compiti, sia come responsabilità che come ruolo in campo. Ne esce come se guidasse sulla Ferrarese senza fanali, in una sera di nebbia.
Achara – voto 6 – (5pti, 1/1, 2/4, -) – Comincia anche bene, mettendo firma nel primo break bolognese. Poi si perde tra un cambio e l’altro, e non riesce più a dare birra.
Cittadini – voto 5 – Tre falli in due minuti. Come se fosse più interessato a guardare Google Maps che non a capire come rendersi utile.
Lamma – voto 5,5 – (11pti, 3/4, 1/1, 2/3) – Cerca di mettere toppe davanti, ma è dietro che il vestito si strappa azione dopo azione, senza che lui riesca a salvare la capra e il cavolo.
Strawberry – voto 7 – (29pti, 4/4, 8/12, 3/6) – Partire meglio non poteva, almeno per quanto riguarda le cifre personali. Però non è un caso che la squadra, crescendo lui, si afflosci, soprattutto davanti: dietro, come tutto il resto della banda, non riesce ad incidere.
Malaventura – voto 6 – (3pti, -, -, 1/2) – Quando ha la palla, una sì e una no.
Fucka – voto 6,5 – (7pti, 3/4, 2/4, 0/2) – Entra dopo due minuti, con canotta dal numero assai alieno (15) e lontano dal suo antico, amato (e riproposto?) 7. Difende subito alla grandissima, mettendo le sue lunghe leve un po’ ovunque. Poi collassa insieme agli altri, magari chiedendosi come mai, già all’esordio, si parli di 30 minuti in campo.
Slokar – voto 5 – (2pti, 2/2, -, -,) – Molle. Certo, non era un ex della partita, componente quasi indispensabile per vederlo sveglio.

ARTLAND DRAGONS

Blalock – voto 4,5 – (0pti, -, 0/2, 0/2) – Spaesato e dannoso. Solo pietre.
McIntosh – voto 6 – (4pti, 1/2, 0/2, 1/2) – Muove la palla meglio di come la tratti quando ce l’ha tra le mani.
Fenn – voto 7 – (16pti, 6/8, 5/11, 0/2) – Uno dei primi a prendere a sassate la difesa biancoblu, utilissimo.
Hess – voto 7 – (14pti, 1/2, 2/4, 3/4) – Tripla dopo tripla, prima riavvicina e poi chiude.
Hall – voto 5,5 – (3pti, 1/2, 1/4, -) – La partita, Artland non la vince di certo sotto canestro. Utile a tappar buchi, ma non è che Bologna poi abbia tanta pericolosità, da quelle parti.
Neitzel – voto 7,5 – (17pti, 2/2, 3/6, 3/3) – Variabile impazzita a cui forse la Fortitudo non aveva pensato. Spara da tutte le parti, corre, vince.
Whiting – voto 5,5 – (2pti, -, 1/1, -) – Qualche minuto lasciando poi il protagonismo ad altri.
Rohdewald – voto 6 – (3pti, -, 0/1, 1/2) – Mette mattoncino nel finale.
Johnson – voto 5,5 – (2pti, -, 1/1, -) – Non si nota tanto.
Prewitt – voto 6 – (6pti, 1/2, 1/3, 1/1) – Buon corollario, collabora alla fine.
Madrich – voto 7,5 – (20pti, 3/4, 4/5, 3/3) – Morale della favola: Artland ha mille americani, ma la partita la vince un tedesco. Inarrestabile, 7 cesti di fila per risollevare i suoi prima e farli vincere poi.

VERBA MANENT

Savic – Malissimo in difesa, con i loro tiri da 3 che ci hanno fatto perdere il filo della partita. Tragici sul pick and roll, e così vincere in trasferta non è facile. I nuovi? Fucka bene in difesa, coprendo tutti i buchi e sacrificandosi per la squadra: se i giovani non sono meglio di lui, giocherà lui. Strawberry? Eccellente in attacco ma non è servito.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.