Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Per una volta, una domenica facile facile per la Fortitudo non è di certo spiacevole: l’arrivo al Paladozza del fanalino di coda Rovereto non regalava forse un grande appeal alla domenica biancoblù, ma alla luce di diversi inattesi scivoloni inanellati in altri periodi da Lamma e compagni, anche stavolta non c’era molto di cui star tranquilli. Invece, vincere di 24 punti, con i tempi che corrono, è davvero roba inusuale; e la sensazione è stata che, nella seconda parte del match, i biancoblù tirassero anche un po’ i remi in barca, per non approfittare troppo degli avversari, sguarniti ieri anche al di là dei propri demeriti a causa di alcune assenza. Ora la classifica biancoblù parrebbe blindare il 6° posto, o almeno il 7°: ma, soprattutto, pare davvero impossibile, a questo punto, che la banda di coach Giuliani non riesca a cogliere gli ambiti playoff, nonostante le attendiste dichiarazioni di fine gara dello stesso allenatore. Con quali ambizioni, poi, sarà argomento delle prossime settimane. In Lega Due una sfortunata Ferrara è caduta nell’anticipo di venerdì a Jesi, mentre una Reggio Emilia davvero incommentabile ha peggiorato ulteriormente la propria posizione buscando un sonoro e pesantissimo -20 a Scafati. Nel derby tra Imola e Rimini l’hanno spuntata i riminesi, di nuovo lanciati verso le primissime posizioni di classifica; ma l’autentica impresa della giornata è stata quella messa a segno da Forlì, capace contro tutte le previsioni di battere la corazzata Udine. Con questo spirito, la salvezza potrebbe davvero essere ancora possibile.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.