Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sin dal giorno del suo arrivo, Cesare Pancotto ha ripetuto più volte una frase, con la speranza che i suoi giocatori ne recepissero lo spirito: «Ogni cosa me la sono andata a conquistare, nulla mi è mai stato regalato». E mai come in questo mese di febbraio, questa frase dovrà diventare il leit motiv della Fortitudo. A cominciare dalle prossime due settimane, che la separano dalla pausa delle Final Eight di Coppa Italia.

LAMMA – La pausa e la successiva finestra di mercato, che aprirà il 2 marzo, potranno aprire nuovi orizzonti in casa GMAC. Il recupero di capitan Davide Lamma – che ieri ha svolto una nuova visita di controllo che ha confermato l’ottimismo delle ultime settimane – dovrebbe avvenire dopo la pausa per la Coppa Italia, tanto che è prevedibile una prova generale sul campo nel torneo di San Martino di Lupari (Padova) del 20-21 febbraio, a cui la Effe parteciperà insieme a Ferrara, Udine e Capodistria. Nel quadrangolare veneto Lamma, il quale oggi pomeriggio presenzierà alla prima delle due Giornate dell’Orientamento dell’Ateneo di Bologna, presso il Padiglione 33 della Fiera, potrà testare la condizione della spalla infortunata ormai due mesi fa, e l’odierna tabella di marcia prevede come data più probabile per il rientro quella della sfida contro il Montepaschi Siena. Vale a dire l’ultima gara prima della finestra di mercato che porterà almeno un volto nuovo in casa Fortitudo. Si pensa soprattutto ad un esterno tiratore per correggere uno dei principali difetti offensivi – il tiro dalla distanza, la Effe ha meno del 31% da tre in campionato – mentre il rientro di Lamma sembra chiudere la possibile ricerca di un playmaker. Ricerca il cui identikit aveva portato verso Jerome Alien, ormai prossimo alla scadenza del contratto con Veroli (dove aveva preso il posto di Dawan Robinson), in realtà il 36enne playmaker ex Roma e Napoli sembra vicino a rinnovare con i ciociari almeno fino alle Final Four di Legadue che si disputeranno nel weekend 28 febbraio-1 marzo. Dopo il quale, si aprirà la finestra di mercato, ma a quel punto l’interesse maggiore per Allen dovrebbe essere non della Fortitudo (che pure, avendo solo Strawberry e Gordon, potrebbe permettersi di inserire altri due Usa) bensì di Udine, dove aveva disputato le ultime tre annate (allenato proprio da Cesare Pancotto) e dove Joseph Forte viene dato in discussione.

DOPPIA SFIDA-SALVEZZA – Tuttavia, la massima di Pancotto torna buona per l’immediato, visto che prima di poter parlare di mercato e inserimenti la sua squadra dovrà aiutarsi con le proprie mani nelle due sfide fondamentali per la corsa alla salvezza. Domenica a mezzogiorno, al Paladozza sarà di scena la Premiata Montegranaro, unica squadra che da metà dicembre in poi ha vinto meno della Fortitudo, con un bilancio di 1-6 (la Effe invece è 2-5 al pari di Milano, Pesaro e Caserta). I marchigiani allenati dal bolognese Alex Finelli si sono qualificati per le Final Eight di Coppa Italia, ma con questo ritmo verrebbero risucchiati nella lotta per non retrocedere. Sette giorni più tardi, la GMAC sarà impegnata a Rieti, contro una Solsonica ancora in coda alla graduatoria, anche se a soli due punti di distanza dai bolognesi. E soprattutto, al PalaSojourner la squadra di Lardo è 6-3 (in casa solo Siena, Virtus e Roma hanno fatto meglio), e gli unici ko sono arrivati al supplementare – contro Teramo e Roma – o di un punto, contro Treviso. Considerando che sul campo laziale la Fortitudo rischia di doversi giocare una bella fetta di salvezza, le premesse non sono delle migliori.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.