Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il General Manager della Fortitudo Zoran Savic spiega il problema di tesseramento emerso con Marcelo Huertas, nella maniera più chiara e diretta. Cosa è successo, riguardo al tesseramento di Huertas? “La situazione del tesseramento del giocatore non aggiunge un problema alla squadra, perché il suo infortunio ci avrebbe impedito comunque di schierarlo a Udine. Abbiamo presentato tutte le carte richiesteci dalla Lega Basket, ma a quel punto la Federazione ci ha avvertito della mancanza di un documento aggiuntivo, il certificato di residenza, che pure non era nell’elenco della Lega Basket. Solo una formalità, dal momento che il giocatore è già in possesso del passaporto italiano e la pratica del suo tesseramento è stata infatti regolarmente accettata dalla Lega Basket, come pubblicato venerdì sul sito ufficiale. Il fatto che la comunicazione della Fip sia arrivata nel primo pomeriggio ci ha impedito di presentare quel foglio aggiuntivo nel pomeriggio stesso, questo ci avrebbe impedito di schierarlo a Udine, dove ripeto però che non avrebbe potuto giocare comunque per infortunio. Semmai, visto che il giorno precedente ad un altro club era stata sollevata la stessa situazione, poteva starci una comunicazione da parte della Lega di rettifica all’elenco dei documenti da presentare. Ci avessero avvisati prima, saremmo riusciti ad inviare nei tempi anche quel certificato”. E’ possibile che questo vi possa costare il jolly? “No, perché la pratica di tesseramento è stata accettata e mantenuta aperta, nei tempi regolamentari e sulla base dei documenti richiestici e presentati. Prova ne è che la Lega Basket non ci ha contestato nulla, mentre la Fip ci ha comunicato che non avremmo potuto schierarlo fino all’invio di quel documento aggiuntivo”. Il tesseramento in extremis è prassi comune, perché? “Tutti i club aspettano gli ultimi giorni, perché se un giocatore si infortuna gravemente quando lo si è già tesserato si ha uno svantaggio notevole, basti pensare alla perdita del visto. Comunque sia ci siamo mossi per i tesseramenti nei tempi corretti, giovedì mattina, e abbiamo presentato e visto accettare tutto quello che ci era stato richiesto. A cui appena riapriranno i loro uffici aggiungeremo la consegna del certificato di Huertas”.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.