Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Di Jack Bonora

Il Centro Coordinamento Club Fortitudo ha emesso quest’oggi un lungo comunicato in cui, sostanzialmente, da il proprio appoggio alla nuova realtà che sta, giorno dopo giorno, delineandosi. Parole responsabili, di tifosi che hanno fatto una scelta per amore di una società e che, sempre per essa, sono pronti a sposare un nuovo progetto. Delusi, si, da questi anni oscillanti tra il difficile e il delirante, ma, a questo punto, vedono il traguardo: per quanto ci si arrivi da percorsi diversi sarebbe folle fermarsi a pochi metri. Tra qualche tempo si potrà cominciare a lavorare sulla squadra, che affronterà una DNA o una DNB. Che giocatori servono? Quelli che stanno disputando il Playground dei Giardini Margherita sono l’ideale. Non è un caso che il Presidente Anconetani sia venuto a vedersi la manifestazione e che mi abbia pure chiesto referenze di qualcuno della mia squadra V magazine-Formosa. Chi? Vi do un nome su tutti: Luca Lollini. Giovanili Fortitudo, classe 86, esplosivo, ottima mano, in C ha viaggiato a 20 punti e a 20 di valutazione, prontissimo anche per la categoria superiore. Abita e lavora a Bologna e, mi dice, per vestire la maglia della squadra del suo cuore giocherebbe anche in Promozione. Alla nuova società serve gente come lui, a cui non pagare un appartamento e un ingaggio elevato. Come Lollini ai Gardens ci sono altri giocatori ideali per la nuova Fortitudo, ma lascio le valutazioni a chi ha la competenza per farle. Però, se vi fidate, questo ragazzo, anche a livello caratteriale, sarebbe quello giusto da cui partire. Conto, quindi, che Dante si faccia vedere lunedì alle 20 per il nostro quarto di finale, sperando, ovviamente, che Luca non senta la pressione… Si discute, intanto, anche del ruolo del G.M. Al riguardo girano tre nomi: Zecca, Corbelli e Salemme. Il primo è un team manager, in pratica non fa la squadra, i secondi si. Quindi, a mio modesto parere, ci sarebbe spazio per due di questi tre personaggi, con Corbelli in pole position in quanto molto gradito alla “Fossa dei Leoni”. Luca è un furbo di tre cotte che si muove benissimo nelle minors, Simone ha iniziato come allenatore, per poi cambiare ruolo e ci sa fare. Entrambi sono bravi a trovare sponsors: e la partita, forse, si giocherà li…

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_basket_biancoblu_20130703.mp4
Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.