Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Fortitudo inizia la gara al PalaSavelli con Huertas, Malaventura, Mancinelli, Slokar e Achara in quintetto. Primo quarto di equilibrio per entrambe le formazioni che dopo 5 giri di lancette sono in perfetta parità (8-8). Prova a scappare la Effe che arriva a +5 (8-13) con Malaventura dall’arco e Mancinelli. Parziale di 8-0 per la Premiata, con Hunter a farla da padrone sotto le plance. Entra Woods e i biancoblù chiudono i primi 10′ sotto di un punto (22-21).
Allunga Minard (24-21) alla ripresa, poi Woods firma un break di 5-0 che porta la Fortitudo sopra di 2 lunghezze (24-26). Parziale pesante (8-0) dei padroni di casa che si portano sul +6 (32-26), che Slokar interrompe dalla media distanza (32-28). Sakota prova la difesa a zona che immediatamente viene bucata da Garris (35-28) e la Premiata vola sul +10 (43-33) guidata da Hunter e Taylor. Il time out di Sakota ripulisce le idee alla Effe che con Huertas, Malaventura e Woods dall’arco firma un parziale di 9-0 che riporta i biancoblù a -1 (43-42). Chiarabello e Taylor provano a riallungare ma Malaventura dall’altra parte punisce la zona casalinga (48-45) all’intervallo lungo.

I tabellini biancoblù dopo due quarti: Huertas 6, Mancinelli 6, Cittadini, Malaventura 8, Lamma, Slokar 5, Zanata n.e., Borra n.e., Woods 14, Achara 6.

Riparte la Fortitudo con Huertas, Malaventura, Mancinelli, Woods e Cittadini. Agganciano e superano Montegranaro nel primo minuto del terzo periodo con Woods e Malaventura (48-49). Dopo 5 minuti di gioco la situazione è di perfetta parità (57-57). La Fortitudo si porta sul massimo vantaggio per due volte (60-67, 63-70) con Mancinelli, Woods, Huertas e un ispiratissimo Malaventura, ma dall’altra parte del campo risponde l’ex Cavaliero dall’arco (67-70).

Accorcia Taylor dalla linea (69-70), ma Achara e Mancinelli non sbagliano dall’arco portando la Fortitudo sul +7 (69-76). Finelli chiama la zona 1-3-1 e la Premiata sigla un break di 9-2 che la riporta in parità (78-78) con Taylor quando mancano 4’47” alla fine della partita. Scambi di canestri tra Mancinelli e l’ex Garris (83-83). Allungano Hunter e ancora Garris (87-83), ma Mancinelli buca la retina da lontano (87-86), Minard risponde sempre dalla lunga ed è ancora Mancinelli a replicare sempre da tre (90-89). Hunter però dalla lunetta fa 1/2 per il 91-89 con 11″ sul cronometro, la Effe non riesce a disegnare lo schema voluto e vede Mancinelli provarci ancora dall’arco sulla sirena, con l’uomo addosso: niente da fare e nessun fischio, malgrado il giocatore chiedesse il contatto falloso.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.