Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Jamont Gordon, uno dei volti nuovi della Fortitudo, sarà il playmaker più pesante di tutto il campionato. Il ragazzone di 21 anni, 1.94 ma soprattutto 102 kg di potenza pura, il vice Huertas, si candida ad un ruolo di protagonista, per sorprendere. Questi sono i giorni delle speranze, degli arrivi e dei saluti. Thomas, per esempio, da ieri è in prestito in Turchia all´Erdemir Sport Club. Per uno che lascia, uno che entra. «Mi piace giocare in regia. Sono un giocatore fisico, capace di penetrare, di passare: posso difendere duro e andare a rimbalzo. Questa è la mia principale qualità, anche quando ho giocatori più forti davanti».
Gordon è una specie di ruspa a centrocampo, che promette sorprese, però manca ancora di un affidabile tiro da tre e ha una tendenza a buttare qualche pallone di troppo. «Cerco – si giustifica – di creare gioco». Dovrà decifrare il nuovo sistema, dopo il college. «Non conosco molto del basket europeo, ma quello che vedo mi piace parecchio. Ho parlato con Ron Slay (ora a Caserta, ex Montegranaro e Pesaro) che mi spiegato un po´ di cose».
Jamont avrà tre “brother”, di maglia e di bandiera, in Forte, Woods, Barron. «Mi diverto a pensare di giocare con gente di questo livello: la Fortitudo ha tanto talento. Ognuno dovrà mettere del suo. Sakota mi chiede di buttarmi dentro e scaricare, prendere rimbalzi e difendere su qualsiasi esterno: grandi e piccoli, tiratori e veloci. E io ci proverò».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.