Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Da sempre, uno dei punti fondamentali delle telenovelas è la durata: il successo di titoli indimenticabili come “La schiava Isaura” o “Anche i ricchi piangono” risiedeva soprattutto nella serialità dell’appuntamento. Più o meno, la vicenda della vendita del titolo di Ferrara alla Fortitudo è andata allo stesso modo: ogni giorno i tifosi di entrambe le squadre sapevano di trovare sui giornali e sulle televisioni una nuova puntata della vicenda, con colpi di scena che al confronto “Topazio” era roba da dilettanti. Tra oggi e domani, con buona pace degli amanti delle novelas, si dovrebbe quindi chiudere la lunga vicenda dello scambio Ferrara-Fortitudo: il tutto rigorosamente in zona Cesarini, perché alla chiusura delle trattative mancano solamente 2 giorni. Oggi dovrebbero arrivare le garanzie fideiussorie da parte di Roberto Mascellani e domani si dovrebbe andare dal notaio per l’effettivo passaggio di quote, mentre giovedì (ultimo giorno utile) verrebbe perfezionata l’iscrizione alla Legadue della Fortitudo 2011 che è pronta a nascere sulle ceneri del Basket Club Ferrara. Nell’operazione di cessione è compreso anche il trasferimento a Ferrara del titolo di B2 di Budrio, nonché l’inizio di una collaborazione del settore giovanile della Fortitudo con quello del Basket Club, ciò insomma che Romagnoli ha battezzato col nome di “Basket Valley”, che dovrebbe comprendere anche l’altra storica società estense 4 Torri. Renato Nicolai, direttore sportivo prima della Fortitudo di Sacrati e poi del Basket Club Ferrara, tornerebbe alla nuova Fortitudo: invece per la panchina, a fianco del nome di Stefano Pillastrini, si sono affiancati quelli di Caja, Garelli e Martellossi, ma si tratta di semplici sondaggi iniziali.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.