Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Il K.O., questa volta, fa davvero male. Dopo Pavia, la Fortitudo cade, per la prima volta in stagione, anche tra le mura amiche del PalaDozza, inchinandosi alla capolista Tortona per 61-83. L’incapacità di una reazione da parte dei padroni di casa, surclassati dal ritmo elevatissimo dei torinesi, ha portato la società ad esonerare Toto Tinti. Stando al comunicato ufficiale, le due parti avrebbero deciso di risolvere consensualmente il contratto. Unica cosa certa è che il coach ha pagato a caro prezzo il difficile momento che stanno attraversando Fin e compagni, gruppo che sembra aver smarrito inspiegabilmente ogni tipo di sicurezza. Del concetto di squadra, ieri, si è visto poco o nulla, con i biancoblu che, nei momenti più delicati della gara, si sono affidati ad iniziative, nemmeno poi troppo convinte, da parte dei singoli, sbattendo la faccia più e più volte contro la solida difesa avversaria, apparsa addirittura impenetrabile in alcuni frangenti. Con l’esonero del tecnico, ora gli alibi sono finiti. Per il momento spetterà al vice allenatore Federico Politi fronteggiare i primi veri malumori stagionali, ma la società sembra già avere più di qualche idea su chi raccoglierà l’eredità di Tinti. In pole, al momento, ci sarebbe l’ex allenatore della Pallacanestro Firenze, Riccardo Paolini, tallonato da Giampiero Ticchi e dalla vecchia conoscenza Stefano Salieri, allenatore della Biancoblù Bologna nella stagione 2012-2013. Intanto, sulla partita di ieri, andiamo a sentire coach Tinti, consapevole delle sue responsabilità per le ultime sconfitte…

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_fortitudo_tinti_20140120.mp4
Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.