Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Se qualche tempo fa aveste detto che la partita dell’anno, per la Fortitudo, sarebbe stata quella contro Udine, in qualità di spareggio per non retrocedere, probabilmente molti vi avrebbero preso per matto. Invece è proprio così: domenica al Paladozza la F scudata affronterà il match della vita o della morte, vedendo subito chi, nella formazione biancoblù, sarà stato capace di calarsi nella nuova dimensione, quella che vede l’Aquila lottare per la propria sopravvivenza invece che per i traguardi più ambiziosi. La Virtus giocherà invece in anticipo, a mezzogiorno, sul parquet di Biella, squadra che in casa ha vinto cinque delle ultime sei gare, segnando sempre almeno 90 punti, con l’incredibile media del 54% da tre: considerando che le V nere vengono invece da un filotto di 4 sconfitte nelle ultime 6 gare, e che non vincono in trasferta da quasi 2 mesi (per la precisione dal 30 novembre scorso), ecco che, in barba alla classifica, chi rischierà grosso sarà proprio la Fortezza. Ferrara invece, dopo il doppio colpo contro Rieti e Montegranaro, metterà alla prova la nuova struttura, quella insomma con il funambolico Allan Ray nel proprio motore: di là, però, ci sarà la lanciatissima Teramo, seconda in classifica e praticamente perfetta in trasferta, dove ha già colto ben 6 successi. In Lega Due Imola gioca in posticipo a Sassari, Reggio Emilia ospita Pavia e Rimini aspetta la visita di Casale Monferrato.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.