Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_fortitudo_jack20131213.mp4

Di Jack Bonora
Fortitudo- Empoli è un match di cartello del girone, perchè l’Aquila vola nelle zone alte della classifica, e ci mancherebbe altro…, e i toscani viaggiano a 7 vinte e 3 perse. Hanno un giocatore che fa letteralmente la differenza, si chiama Nicolò Ravazzani e ha una media di 12 punti e 16 rimbalzi a partita. Insomma, se domenica scorsa si è sofferto contro un altro centro, Iannilli, sarà il caso di prepararsi al meglio per evitare i problemi sorti nei primi venti minuti della sfida con Piombino. La zona è stata l’arma vincente e Tinti sicuramente valuterà a dovere se riutilizzarla. Il problema è se se la troverà contro, perchè le percentuali da 3 della Fortitudo non sono entusiasmanti, visto che quella che doveva essere la bocca da fuoco, Venturelli, sta sparando a salve da inizio stagione. Tanto che girano sempre più insistenti le voci di un acquisto sul mercato, fermo restando che bisogna muoversi a dovere, dato che la regola degli under pone vincoli rigidi. Empoli, comunque, non ha solo un centro affidabile, ma pure due esterni che non sgarrano mai dalla doppia cifra: Daniele Mariotti e Gianni Terrosi. In ogni modo al Paladozza, non si scappa, la Fortitudo non può lasciare punti, perchè l’obiettivo è vincere il proprio girone e sfidare coloro che hanno trionfato negli altri. Per essere promossi il cammino è lunghissimo e difficilissimo: basti dire che Treviso ha firmato il suo ex pivot Denis Marconato. 38 anni, ok, ma un simbolo della Nazionale, che in questa categoria può letteralmente spostare gli equilibri.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.