Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Fortitudo ha portato a casa gara-1 dei playout contro Prato, questo era l’unico risultato che occorreva e questo è arrivato. Sul come, però, questo sia giunto, sarebbe meglio stendere un pietoso velo: Prato è apparsa da subito squadra ben poco pericolosa, soltanto giocando a basket, cosa che però, di recente, riesce terribilmente difficile a Lamma e compagni. E così i due vitali punti sono arrivati, ma si è dovuto ancora una volta sorbirsi una prestazione assolutamente non convincente dei biancoblù: con l’ulteriore convinzione che, giocando così a Prato nel retour match di giovedì prossimo, sarà davvero dura portare a casa la pelle. La solita Fortitudo, insomma, che proprio non se la sente di crescere, anche ora che la stagione volge al termine senza lo straccio di una soddisfazione. In Lega Due negli anticipi di sabato Imola ha ceduto in casa con Casalpusterlengo, dando il definitivo addio ai sogni playoff: l’annata degli imolesi sarà comunque da applaudire, perché ottenere l’unico traguardo possibile, la salvezza, con così tanto anticipo, è stata davvero un’opera più che meritoria. Grande, semplicemente grande Forlì, che si è ancora superata battendo pure la capolista Casale Monferrato, ed ancor più sorprendente è stata Reggio Emilia, che ha superato a domicilio la corazzata Barcellona: applausi pure per Ferrara, che superando largamente l’ottima Udine ha ottenuta la tanto agognata salvezza. Tutto facile, infine, per Rimini che ha asfaltato largamente la già retrocessa San Severo, in un match che dopo 20 minuti diceva addirittura 45-6 per i riminesi.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.