Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Passa il tempo, ma la Fortitudo non cambia mai, assomigliando sempre di più a sè stessa. La F scudata di quest’anno, poi, è davvero troppo simile, domenica dopo domenica: anche stavolta, arrivando da 3 vittorie nelle ultime 4 gare giocate, la formazione di coach Giuliani non solo ha perduto rovinosamente (-15 a Monfalcone) ma soprattutto è caduta negli stessi identici problemi di sempre, vale a dire l’essere preda di momenti di puro blackout nei quali Lamma e compagni incassano di tutto. Ieri due diversi parziali (13-2 nel secondo quarto e addirittura 25-5 nel terzo) hanno di fatto chiuso la contesa in largo anticipo, com’era già successo svariate volte sinora, praticamente in occasione di ogni sconfitta, e pure in qualche vittoria. Non bastasse, questo stop ha allontanato ancora di più la Fortitudo dalle posizioni che contano in classifica: raggiunta al 6° posto da Roncade, in pratica è stata superata da quest’ultima (avendo perso con questa entrambi gli scontri diretti), finendo quindi in settima posizione. Come, da questo posto di partenza, la F scudata potrà mai essere pericolosa nei playoff, è davvero difficile da immaginare. In Lega Due un’ottima Imola ha sfiorato di pochissimo il colpaccio contro la capolista Venezia, uscendo sconfitta di 2 sole lunghezze, mentre Forlì ha ottenuto 2 vitali punti in ottica salvezza sconfiggendo la ben più quotata Barcellona. Rimini, superando l’ottima Veroli, è rimasta ancorata all’importantissimo 4° posto in classifica, mentre nel derby rovente tra Ferrara e Reggio Emilia hanno avuto ragione gli estensi, di un solo punto e dopo un tempo supplementare: Ferrara così respira, risalendo in decima posizione, mentre Reggio è sempre più inguaiata, trovandosi ora a 2 soli punti da chi attualmente retrocederebbe.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.