Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ad Empoli fin dal martedì è tutto sold out e l’appuntamento di sabato alle 21.15 contro la Fortitudo è uno degli eventi da ricordare. Saranno solo 50 i tifosi della Fossa accontentati, ma di più la società toscana non ha potuto fare e il problema della capienza del Lazzeri è nota da tempo, specie per le partite di maggior appeal.
In casa biancoblù si fanno gli scongiuri. Le ultime partite in terra toscana sono state tragedie e anche per questo motivo il presdiente Anconetani e coach Federico Politi hanno voluto mettere la squadra davanti alle proprie responsabilità, data la caratura del roster e gli obiettivi ambiziosi che la società si è data. Invertire la tendenza sui campi esterni non deve essere solo un impegno, ma un dovere da concretizzare a tutti i costi.
In casa Virtus le parole di ieri ai nostri microfoni di renato Villalta, ovvero di non voler aumentare il roster si sono puntualmente concretizzate, visto che quando sembrava tutto fatto, e c’era l’accordo col giocatore, è sfumato l’arrivo a Bologna di Kyle Weaver. La Virtus non ha raggiunto l’accordo con Napoli per la cessione del giocatore che, rimarrà quindi, in serie Adecco Gold. A questo punto, salvo ulteriori ribaltoni, la Virtus finirà il campionato con la formazioni attuale, con Matt Walsh dentro e Brock Motum maggiore indiziato per l’esclusione tra i lunghi. Intanto si sta preparando la partita con caserta. Una vittoria potrebbe dare in maniera quasi matematica la salvezza e dunque le ulteriori gare servirebbero per ridare una consistenza migliore ad un campionato nato nel modo migliore ma sviluppato nel peggiore dei modi. L’inserimento di Warren ed Eby potrebbe dare qualche soddisfazione maggiore e fin da domenica si capirà se la vittoria di Brindisi è stato un fuoco di paglia o una inversione di tendenza. Proprio Warren rispetto al finale di stagione ha affermato: “Mi aspetto di portare la Virtus il più in alto possibile, sperando che questo significhi partecipare ai playoff. Noi siano in una situazione particolare perché da qui alla fine ci sono sei gare che non dobbiamo sbagliare, in ogni partita ci giochiamo tutto: o andiamo avanti o moriamo sportivamente. Si parte domenica con Caserta e davanti al nostro pubblico dobbiamo anche riscattare la sconfitta con Reggio Emilia”.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.