Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sorpresa a Casteldebole. Probabilmente anche Ballardini dopo l’amichevole di ieri ha perso le staffe, oppure si è solo consolidata la sua convinzione se la scelta l’avesse già presa nei giorni scorsi. Ieri ci eravamo scandalizzati che Bianchi e Moscardelli non fossero riusciti a segnare nemmeno una rete contro la squadra Allievi. Ebbene nel giorno in cui il tecnico normalmente prova la squadra titolare ecco che dal cilindro escono Acquafresca supportato da Ibson, sicuramente i giocatori più “vivi” dell’amichevole di ieri. Dunque un Bologna totalmente nuovo anche perchè Garics è ancora a riposo. Precauzionalmente scrive il Bologna nel sito, con verifica giornaliera della situazione a causa di un affaticamento, ma a 48 ore dalla partita è chiaro che le possibilità di vederlo in campo sono vicine allo zero, mentre Krhin pur svolgendo solo in parte il lavoro con la squadra a causa di una botta subita con la nazionale ha vestito la casacca da titolare così come Perez e Christodoulopoulos e sorprendentemente Mantovani, che ha superato Cech come esterno sinistro nelle preferenze di Ballardini. Dunque solo la difesa e i centrali di centrocampo sono confermati, ovvero davanti a Curci Natali supportato da Antonsson e Cherubin.
Dopo otto partite, dunque, dopo Pioli anche Ballardini si è sentito deluso da Bianchi. Non crediamo certo solo per l’errore dal dischetto, ma per il fatto che dopo la doppietta con il Napoli, il lavoro per la squadra non può più bastare, è necessario essere concreti, andare a cercarsi le occasioni e concretizzarle. Fare il proprio compitino non basta più, anche perchè in questo frangente di campionato il resto della squadra è molto cresciuto, difesa prende meno di un gol a partita e il centrocampo oltre a fare filtro crea azioni, Lazaros e Krhin sono diventate mezzale affidabili e Perez è cresciuto. Non così il reparto offensivo, con Cristaldo che si sbatte ma non finalizza, così come Bianchi. Ecco, allora, che in una delle partite più importanti Ballardini decide di ribaltare il reparto come un calzino. Dentro Acquafresca supportato da Ibson, che finora ha sempre cambiato il ritmo dell’incontro a partita iniziata ma non ha ancora avuto l’opportunità dal primo minuto. Così come sembra una bocciatura eccellente quella di Cech, lasciato in panchina anche con l’assenza di Morleo. Chissà se è stato fatto pensando che il Sasssuolo potrebbe presentarsi anche con tre punte e dunque Mantovani potrebbe anche abbassarsi per difendere con un uomo in più, ma la stessa operazione avrebbe potuta farla anche lo slovacco. E a proposito del Sassuolo che dovrà fare a meno di Berardi e Zaza, autori di 17 delle 25 reti degli emiliani, sembra possibile possa giocare con il tridente Sansone, Floccari, Floro Flores, ripristinando il 4-3-3 di inizio stagione, ma è chiaro sarebbe un azzardo importante. Ecco che i più pensano possa virare a mantenere il 3-5-2 delle ultime partite, facendo partire dalla panchina Sansone.
Arbitrerà l’incontro Guida di Guida di Torre Annunziata, coadiuvato dagli assistenti Posado e Marrazzo e dal quarto ufficiale Tasso mentre domenica dalle 14.30 seguiremo l’incontro su telesanterno con il Pallone Gonfiato live, mentre dalle 20.45 con il Pallone Gonfiato Classic tutte le interviste e gli approfondimenti della giornata di calcio, con una appendice di basket intorno alle 23.00 per parlare della Virtus impegnata a Venezia.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20140307.mp4
Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.