Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Charlie Foiera è a Livorno. Da Milano Marittima, ieri mattina, è partito per la nuova avventura labronica: visite mediche, conferenza stampa di presentazione e, lunedì 18, il raduno della TdShop.it. Lunedì scorso, invece, l’ex capitano del Basket Club era a Ferrara. Con lui una cinquantina di tifosi accorsi per salutarlo, dopo cinque campionati con il bianconero addosso.
Una lunga serata, organizzata dai Nuf: cominciata alle 20.30 e durata oltre le 23. Charlie è giunto accompagnato dalla moglie Silvia, trasloco appena concluso. Macchina carica di ricordi e di buoni propositi per il futuro livornese. Saluti, pacche sulle spalle… I ragazzi della curva consegnano all’ex capitano una targa: “Per sempre uno di noi. Grazie capitano!”, prima del brindisi e del taglio della torta, sulla quale campeggia l’immagine del trionfo nella notte di Fabriano.
C’è chi, come la supertifosa Giulia, dona a Charlie un biglietto con le parole di saluto. Il guerriero aveva scommesso con la moglie Silvia che avrebbe vinto la commozione. Beh, scommessa persa. Charlie si commuove, mentre tutti gli cantano “un capitano, c’è solo un capitano”. Alcuni lo fermano e gli sussurrano “sarai sempre il nostro capitano”. Arrivano messaggi di saluto, “Franz” Virgili, ora a Poggio Rusco, non è voluto mancare all’appuntamento.
«Tutti mi vogliono ancora bene – le parole di Foiera -, per me è stata una serata incredibile. Mai mi sarei aspettato di trovare, il 4 agosto, cinquanta persone venute a salutarmi. Benny, capo organizzatore della serata, e gli altri fan li porterò sempre nel mio cuore. A Ferrara ho passato cinque anni bellissimi: dalla salvezza alla festa promozione, le abbiamo viste tutte. Vi seguirò sempre, sento anche mia la promozione, dunque sarò il primo tifoso della Carife. Adesso per me comincia una nuova avventura a Livorno, sono strafelice e molto carico di iniziarla. La squadra ancora non è completa, l’obiettivo certamente è di fare meglio dell’anno passato. Il mio obiettivo è di creare un buon gruppo, come quello di Ferrara».
«Sarò il giocatore più anziano, quindi spero di creare un buon gruppo. Ai fan ferraresi dico che ci rivedremo – ha chiuso Charlie -, come ho detto sempre: energia positiva, pensare sempre positivo, anche nei momenti difficili».

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.