Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

LO SFAVILLANTE mondo dell’Nba lo ha assaggiato sul serio, ad appena vent’anni. E forse, Ndudi Ebi, pensava che quella realtà, i Minnesota Timberwolves prima ed i Dallas Mavericks poi, non li avrebbe lasciati per un po’ di anni. Invece è andata diversamente: il mondo pro a volte può riservare cocenti delusioni se sei troppo giovane o non sei capitato nella squadra giusta, così il suo cammino è ripartito dall’Israele. Qui, in un campionato di buon livello, è stato il miglior rimbalzista della lega ed ha viaggiato a 14 punti e 8 rimbalzi di media. Serviva, dopo una stagione così, una consacrazione in un campionato europeo di livello medio più alto, ed ecco che è arrivata la chiamata del Club. Non era scontato, l’approdo a Ferrara, ma ora è realtà ed ognuno lotterà per i propri obiettivi. La Carife per restare nella serie maggiore, Ndudi per fare un altro passo verso l’élite continentale e, magari, proporsi con più forza al mercato Nba l’estate prossima. Stando ai si dice degli addetti ai lavori, i mezzi ci sono davvero tutti, per consolidarsi da queste parti e magari esplodere lontano da qui. E’ successo in tempi recenti probabilmente ai tre migliori americani acquistati dal Basket Club: Venson Hamilton, Terrell Mc Intyre e Jobey Thomas. Ognuno ha le proprie preferenze, giustamente. Venson è un lungo come Ebi, che è arrivato qui dopo Napoli e Ragusa. Grandissimo atleta e stoppatore, in grado però anche di tirare e segnare da fuori, nonostante il carattere un po’ pigro giocò per metà stagione in modo esaltante per poi diventare una stella in Spagna e approdare, con il passaporto spagnolo, al Real Madrid. Nonostante i suoi alti e bassi, resta nella speciale hall of fame dei giocatori stranieri approdati a Ferrara. Posto che di diritto occupa anche Terrell Mc Intyre. Non era una matricola quando firmò il suo contratto ferrarese con Sandro Crovetti, perchè aveva già giocato, e bene, in Francia e Germania. Però in pochi lo avevano notato e visto in lui i margini di crescita che poi ha manifestato. Prima a Ferrara e Capo d’Orlando in Legadue, poi Reggio Emilia e Siena in A, dove è stato eletto Mvp del campionato ed ha vinto due scudetti di fila. Ora Terrell è addirittura nell’élite europea: e pensare che la sua avventura a Ferrara iniziò con due sconfitte… Non va dimenticato però nemmeno Jobey Thomas, il tiratore incredibile di Charlotte, che dopo Imola e Ferrara è andato in serie A a Montegranaro. Dal 5 ottobre giocherà addirittura con l’Armani Jeans Milano e lotterà per lo scudetto. Chi l’avrebbe detto qualche anno fa? Ora tocca a Ndudi Ebi, scelto dall’Nba a 19 anni e arrivato a Ferrara a 24. L’età giusta per esplodere qui e, chissà, ripercorrere le gesta dei suoi tre predecessori…
«RIVEDIAMOLE» SU TELESTENSE. Prosegue l’iniziativa Rivediamole! di Telestense e Basket Club. Quarto appuntamento stasera alle 23.30 con Fileni Jesi-Carife Ferrara del 3 febbraio 2008. Questa la programmazione delle prossime 6 partite, sempre alle 20.30. Domenica 10 agosto Td Shop Livorno-Carife, mercoledì 13 agosto Aget Imola-Carife, domenica 17 agosto Carife-Vanoli Soresina, mercoledì 20 agosto Banco Sardegna Sassari-Carife, domenica 24 agosto Trenkwalder Reggio Emilia-Carife, mercoledì 27 agosto Indesit Fabriano-Carife.
RADUNO. Con l’ingaggio di Ndudi Ebi si è chiuso il roster degli 11 giocatori professionisti che disputeranno il campionato di serie A 2008/2009 con la Carife. Confermati i numeri di maglia degli 8 della scorsa stagione, i 3 nuovi acquisti vestiranno il 10 Riley, il 15 Rizzo, il 19 Ebi. Otto gli aggregati, cioè i ragazzi del settore giovanile Sanibol Ferrara, che effettueranno la preparazione con la prima squadra. Questi i prescelti da Valli e Morea: Giovanni Agusto (88), Marco Bani (89), Francesco Brandani (93), Diego del Principe (91), Alberto Ferrari (89), Filippo Mardegan (92), Matteo Seravalli (91), Nicola Zocca (91).

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.