Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Una scarica elettrica: “Allan Ray, guardia della Carife, è stato ricoverato all’ospedale S. Anna di Ferrara in osservazione a causa di un problema di carattere intestinale. Sono in corso le terapie del caso”. Questo arriva nelle redazioni dei giornali e in città, tra gli appassionati di pallacanestro, il tam tam si moltiplica. Con voci anche incontrollate. In realtà, ieri sera, Ray era già in evidente miglioramento. In osservazione nel reparto di medicina d’urgenza, il giocatore statunitense del Club è stato seguito passo passo dallo staff sanitario bianconero che ha lavorato di concerto con i medici del S. Anna. In attesa degli esiti delle analisi, sono prevalsi cautela e riserbo. Però non dovrebbe trattarsi, fortunatamente, di problema serio. Possibile che un’alimentazione un po’ disordinata abbia creato problemi di stomaco a Ray, subito soccorso e rassicurato. Con lui la compagna e anche familiari che erano giunti in Italia da qualche giorno. In linea di massima le ore trascorse in ospedale parrebbero essere un’attenzione in più, una precauzione dovuta ad un uomo cha ha comunque accusato un malessere in un paese non suo. E qualora le analisi effettuate ieri non facessero emergere particolari problemi, in teoria ci sono i margini affinchè Ray possa smaltire del tutto il problema e tentare di allenarsi almeno sabato. Come dire, dunque, che potrebbe anche essere della partita di domenica con la Virtus Bologna. Semplici supposizioni, ovviamente. Perché per ora lo staff sanitario del Basket Club ha evitato qualsiasi commento. Ma se la situazione continuerà a migliorare, probabilmente oggi il quadro sarà chiaro.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.