Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Carife Ferrara – Eldo Caserta 70-86 (16-24; 36-50; 50-68)

Ferrara: Jamison 7 (3/4, 1/4 tl), Farabello 2, Nnamaka 6 (2/4, 0/3, 2/2 tl), Allegretti 14 (23 min, 4/5, 1/4, 3/5 tl), Riley 16 (4/5, 2/6, 2/2 tl), Collins 15 (2/4, 3/7, 2/3 tl), Seravalli ne, Sacchetti, Rizzo, Mazzola ne, Ebi 10 (16 min, 4/4, 2/3 tl), Zanelli. All. Valli
T2 20/30, T3 6/23, TL 12/19, rim 23 (4 off, Nnamaka 10), st 4 (Nnamaka e Ebi 2), per 13 (Jamison 5), rec 15 (Riley 5), ass 12 (3 con 3), fal 18, val 79 (Nnamaka 20)

Caserta: Santoro ne, Larranaga 12 (20 min, 1/1, 3/4, 1/1 tl), Parrillo ne, Frosini 4, Di Bella 13 (4/6, 1/1, 2/2 tl), Michelori 8, Porfido ne, Martin ne, Diaz 25 (7/11, 2/3, 5/6 tl, foto Ciamillo-Castoria), Foster 18 (3/5, 3/4, 3/4 tl), Brkic ne, Slay 6 (1/5, 1/4, 1/2 tl). All. Frates
T2 22/39, T3 10/17, TL 12/17, rim 34 (8 off, Slay 7), st 1 (Michelori), per 14 (Diaz e Foster 3), rec 13 (Di Bella 3), ass 7 (Diaz e Slay 2), fal 21, val 91 (Diaz 29)

Arbitri: Cicoria, Seghetti e Crescenti Note: antisportivo per Foster al 20’. Max Vantaggio: nessun vantaggio per Ferrara; 38-60 +22 per gli ospiti al 25’.

MVP: Diaz, classe, talento e continuità al servizio anche dei compagni, che bello veder giocare un simile campione. Ottimo Foster nel primo tempo, chirurgico Larranaga, DiBella fatica solo per qualche fallo di troppo, nessuno sottotono per la splendida Juve. Per gli emiliani salviamo con la sola sufficeinza Allegretti e Nnamaka. Peggiori: Pessimo l’intero atteggiamento difensivo della Carife per oltre 30 minuti, scegliendo nel mazzo possiamo dire Farabello e Ebi, Riley ha fatto bene in attacco ma per gran parte della gara il suo feeling difensivo è stato irritante.

FERRARA – Eldo imperiosa su una Carife troppo morbida fin dall’avvio, prova orgogliosa con Diaz superstar che mette anche la tripla che rintuzza il tentativo di rimonta estense.

Prima della gara striscione della curva di casa in ricordo dei ragazzi morti poche settimane fa a Caserta. Rescissione consensuale del contratto per Jamar Butler (USA 7,3PPG 25’) ad inizio settimana, Foster in dubbio fino all’ultimo per una distorsione avuta sabato mattina, poi regolarmente in campo. Di fronte a 3025 spettatori di cui un centinaio abbondante dell’Inferno Bianconero, casertani sempre rumorosi e festanti per la propria squadra; si affrontano i seguenti quintetti: Collins, Zanelli, Allegretti, NNamaka e Jamison per Valli; DiBella, Diaz, Foster, Michelori e Slay per Frates.

1° QUARTO – Foster è regolarmente al suo posto (2-8), “Alle” firma la rimonta (9-10) ma è solo un fuoco di paglia perché con un gioco fluido e un Diaz pericolo costante si chiude 16-24, 3 falli di Ebi in pochi minuti.

2° QUARTO – Carife farraginosa, Diaz e Foster imperversano (23-38), Farabello fatica e la svagata difesa estense subisce 50 punti in un tempo andando sotto anche di 20 (28-48) al cospetto di una Juve che paga pure i tre falli di DiBella. Una tripla sulla sirena di Collins per il 36-50.

3° QUARTO – Juve sempre ampiamente avanti anche di 22 (38-60) punti, 50-68 allo scadere.

4° QUARTO – Il Basket Club prova una tardiva rimonta che la porta senza Jamison e Allegretti a recuperare fino al –6 (68-74), ma poco dopo la tripla del solito Diaz chiude definitivamente il match meritatamente vinto dai campani 70-86.

Coach Valli (Ferrara): “La Carife è mancata in due cose, non aver capito che tutto parte dalla difesa e che recuperare pensando di far bene in attacco ha portato all’ansia del recupero, e non aver capito che di fronte si aveva una squadra affamata di punti che ha sfruttato bene le sue doti fisiche e di talento. A parziale scusante avevamo in cattive condizioni Jamison, Zanelli e Farabello ma per vincere in serie A bisogna giocare con il sangue agli occhi”

Coach Frates (Caserta): “4 uomini in doppia cifra, vari giocatori sono stati a turno importanti poi è chiaro che Diaz si prenda le responsabilità nei tiri importanti; siamo riusciti a prendere più rimbalzi (+11) con tutti che hanno dato il loro contributo, bene da 3 sugli scarichi , abbiamo portato fuori area Jamison, abbiamo avuto un momento di calo nel secondo tempo, fisiologico giocando fuori casa, avevamo già giocato buoni spezzoni di gara nelle partite precedenti”

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.