Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Uscito dal palaSegest con caviglia e retropiede destro distorti (terapie fino a domani, poi sarà rivalutata la situazione), Andre Collins avrà certamente ripensato all’ultima azione della gara contro Milano, azione in cui il piccolo grande uomo di Crisfield è stato protagonista, purtroppo in negativo nell’economia del match. Allora andiamo a riviverla l’ultima, decisiva, azione, dopo la bomba a -7″ di Mike Hall del 61-63. Dopo la rimessa da centrocampo del capitano bianconero Daniel Farabello, Collins si butta all’interno dell’area milanese, cercando il canestro del pareggio e, di conseguenza, del tempo supplementare. Sbilanciato, Andre, contro l’arcigna difesa di David Hawkins, sbaglia l’ultima conclusione della gara. I fan del Club si alzano dalle sedie e chiamano il fallo, mentre Collins è a terra, dove resterà alcuni istanti, toccandosi caviglia e piede destro. Uscirà malconcio e zoppicante, senza il fallo tanto desiderato, per la gioia di giocatori e tifosi milanesi. Andre Collins aveva dato diversi successi ai bianconeri, allenati da coach Giorgio Valli, purtroppo questa volta così non è stato. «Non credo sia stata un’idea brillante far penetrare Collins – le parole post gara del patron Roberto Mascellani -, il nostro giocatore più piccolo, in un’area affollata da giganti. Non possiamo recriminare sull’intervento finale di Hawkins». È andata male, inutile nascondercelo, anche se, ne siamo certi, Collins avrà ripensato solo ieri a ciò che è successo in quegli ultimi 7″ maledetti di gara. Da oggi cancellerà tutto ed inizierà a pensare a come limitare l’avellinese Best, protagonista della gioia irpina contro La Fortezza Bologna.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.