Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Poco prima delle 21 di ieri, la notizia data per certa: Rick Apodaca ha firmato per la Carife. Un sussurro diventato marea, ma non ancora confermato dalla società. Fino al pomeriggio la situazione appariva in stand-by, tutto sospeso in arrivo di un fax con la firma del 28enne portoricano. Sul quale il Club c’era da giorni, ma col quale ancora mancava il nero su bianco. Con Roma comunque giocherà Riley. Poi, finalmente, ecco arrivare in sede il sigillo. E nel grande salone dove molte formazioni stanno ballando un estenuante valzer-mercato, la voce si è amplificata. Il Club ha ottenuto il giocatore che inseguiva con insistenza, la guardia di Portorico tutta energia e talento. Sfrontatezza e fisicità. Ma anche, tutto sommato, senso di squadra. In verità, ieri sera, il management bianconero ha ugualmente mantenuto la linea che ha contraddistinto lo scandire degli ultimi giorni: nessun commento. Nessuna nota ufficiale. Forse giungerà oggi, oppure si attenderà il post partita di domenica sera contro Roma. Perché in questa vicenda di rischi (come lo è giocarsi ora l’ultimo pass per l’extracomunitario), di cambi di strategia (dal puntello Lauwers ad un intervento più “invasivo”) e di sforzi economici supplementari, c’è da mettere in circolo anche l’aspetto psicologico. Apodaca, firma o non firma, non potrà mai essere tesserato in tempo per la partita con la Lottomatica. Ergo, Mykal Riley sarà ancora in forza ai bianconeri. E al rookie di Pine Bluff non gli si può chiedere, lui già così in difficoltà caratteriale, di scendere in campo dando un buon contributo sapendo che è già stato “tagliato”. Finché lo scrive la stampa è un conto, ma fino a quando Apodaca non sarà fisicamente a Ferrara ogni speranza (di Mykal) è legittima. Dunque, situazione strana. Per l’intero movimento cestistico nazionale la Carife e Apodaca si sono detti sì, per la società diretta interessata ancora c’è nulla. Di sicuro su questo portoricano del New Jersey, giramondo e capace di quasi 20 punti a partita due anni fa con Scafati, il Club ha puntato molto in fase di trattativa. S’è mosso tempestivamente, dando la netta sensazione di aver anticipato l’eventuale concorrenza. C’erano, naturalmente, anche delle alternative qualora non fosse andata a buon fine l’operazione con Apodaca. Una è a sua volta nota da un po’: si tratta di un altro portoricano, il navigato Larry Ayuso. Ieri, poi, è uscito anche il “profilo” di Romel Beck, messicano di scuola statunitense (nato a Los Angeles ne 11′ 82). Beck è un punto di forza della nazionale del Messico e la scorsa stagione era nella serie A italiana. Da ottobre a febbraio a Varese (18.3 punti), poi chiuso dall’arrivo di Holland eccolo a Capo d’Orlando fino al termine della stagione (17.3 punti di media). Non arrivasse Apodaca per qualche strano stravolgimento, Beck sarebbe un nome spendibile.

AL LAVORO. Era da diverso tempo che, alla ripresa degli allenamenti, in casa bianconera non si vedeva il gruppo lavorare al completo. Per la gioia dell’intero staff tecnico, questo è capitato ieri dopo i due giorni di riposo concessi al termine del derby con la Gmac. Con l’infermeria svuotata e con il pensiero alla gara contro la Lottomatica Roma di domenica sera al PalaSegest, i bianconeri affronteranno oggi pomeriggio, al palasport, l’Umana Venezia (Legadue) battuta domenica scorsa da Roseto. Da ieri, tra l’altro, la compagine lagunare è affidata alla coppia di assistenti Billio e Bizzozi, dopo il passaggio di coach Eugenio Dalmasson alla carica di consulente della società. Il match fra Carife e Reyer avrà inizio alle ore 18 e sarà a porte chiuse.

SKY. La gara di domenica sera fra Carife e Lottomatica Roma sarà irradiata dalle telecamere di Sky Sport 2 a cominciare dalle 20.30. La palla a due è fissata alle ore 21. Telecronista, come capitato per la vittoria casalinga contro la Benetton Treviso, sarà Geri De Rosa, coadiuvato da Davide Pessina. La Lottomatica intanto giocherà domani sera al PalaTiziano il match contro l’Alba Berlino, valevole come sesto turno di Eurolega. Primoz Brezec dovrebbe rientrare, dopo aver saltato il match contro La Fortezza Bologna (contusione ossea al tallone sinistro). In dubbio Sani Becirovic (caviglia destra) ed Allan Ray (fascite plantare).

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.