Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

UN RESTYLING completo, che partirà dopo l’amichevole del 19 settembre con il Cska Mosca e siprotrarrà fino al 31 dicembre, termine ultimo per la scadenza della deroga concessa dalla Lega al Basket Club. E’ il tempo che occorrerà al Palasegest per assumere sembianze da serie A. Il costo è di un milione e ottocentomila euro ed il progetto inizialmente previsto dal Comune è stato integrato dai suggerimenti del Basket Club ed approvato dalla commissione provinciale di vigilanza. E ieri, alla conferenza stampa congiunta organizzata da Basket Club e Comune, c’erano proprio tutti. Gli assessori Polastri, Stabellini e Michelini, i tecnici del comune Capozzi e Rossi, il viceprefetto Massimo Marchesiello ed il presidente del Basket Club Roberto Mascellani, con al fianco il gm Sandro Crovetti. Per spiegare come cambierà la casa del basket cittadino. Prima però, ed è bene precisarlo, bisognerà fare sacrifici e piccoli salti mortali per realizzare quello che Roberto Mascellani ha definito un «mezzo miracolo». Ci saranno difficoltà di impianti e logistiche per diversi mesi.
VIA AI LAVORI. Approvato il progetto dalla commissione di vigilanza, hanno spiegato i tecnici comunali Fulvio Rossi e Luca Capozzi, martedì ci sarà l’approvazione della giunta e verrà successivamente indetta la gara d’appalto per i lavori, che cominceranno dopo l’amichevole del 19 settembre.
LA CAPIENZA. Si passerà dai 3178 posti attuali ai 3504 definitivi ad inizio 2009. Prima però, ci saranno mesi sofferti, e l’auspicio è quello di abbonarsi in massa, perchè spazi liberi al Palasegest se ne vedranno davvero pochi…
LE NOVITA’. Sono tante, perchè si è tenuto conto di suggerimenti mirati all’accoglienza ed alla sicurezza. Anzitutto verranno ampliate le tribune del lato corto, ovvero le curve. Verranno guadagnati dei posti anche creando delle tribune nelle due attuali terrazze laterali dell’impianto, mentre verranno salvaguardate tutte le 1040 poltroncine attuali. Al posto delle attuali panche in legno, ci saranno dei posti a sedere, che tecnicamente si definiscono «scocche». E non è tutto, perchè anche sotto i canestri verranno creati dei posti a sedere a bordocampo, che saranno numerati.
STAMPA E TV. Per far fronte alle diverse esigenze di tutti i media (compreso Sky, che in serie A si muove in massa), la postazione della stampa verrà collocata a bordocampo, lungo la linea laterale e di fronte alle panchine, dove si può arrivare fino a sessanta posti.
SICUREZZA E ACCOGLIENZA. Sono state riprogettate le uscite di sicurezza e cambieranno anche quelle riservate agli atleti. Inoltre verranno rifatti l’impianto elettrico e di climatizzazione.
TIFOSERIA OSPITE. Ai tifosi ospiti verrà riservata un’area, con bar, bagni (ci saranno anche i servizi per disabili) e ingressi. Il tutto per evitare incidenti. Non sarà più la curva, ma la parte di tribuna alle spalle della panchina avversaria e la terrazza circostante.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.