Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ci si chiedeva se quello d’Australia di Raikkonen fosse stato un acuto fine a se stesso. In realtà la sua Lotus, dopo le prime sessioni di prove libere in Malesia a Sepang, comincia a fare paura a Red Bull e Ferrari.Un lampo nero. Il finlandese ha guardato tutti dall’alto appena montate le gomme di mescola media che serviranno per le qualifiche e per la prima parte di gara domenica. Raikkonen (1’36″569) ha bruciato nella seconda sessione la Red Bull del tre volte iridato Sebastian Vettel (a soli 19 millesimi) e le Ferrari di Felipe Massa (a 92 millesimi) e Fernando Alonso (a 416 millesimi). Quinta l’altra Red Bull di Mark Webber (a 457 millesimi), seguita dalla seconda Lotus di Romain Grosjean (a 637 millesimi). Più indietro le Mercedes di Rosberg (7°) e Hamilton (9°), così come le McLaren di Perez (11°) e Button (12°), ancora in crisi.
Il solito acquazzone tropicale ha poi sparigliato le carte a metà della seconda sessione di prove, obbligando tutti a passare alle gomme da pioggia. Solo negli ultimi dieci minuti si è tornati alle gomme slick da asciutto. Al mattino, con le «hard», il più veloce era stato Webber (1’36″935), davanti a Raikkonen (a 68 millesimi) e Vettel (a 179 millesimi), con la Ferrari di Alonso quarta (a 394 millesimi) e quella di Massa settima (a 806 millesimi). In generale una conferma dei valori in campo visti a Melbourne, con la Ferrari incollata alle rivali. Ottimista ferrarista Alonso: “Siamo andati forte sull’asciutto e sul bagnato, questa volta dobbiamo crederci e puntare alto in qualifica, possiamo essere da prima fila. Se non avessi avuto mille problemi nel giro buono con le medie forse lo avrei già dimostrato oggi. Buone notizie per noi”. Questa notte ancora prove libere dalle 6, mentre alle 9 le qualifiche. Domenica sempre alle 9 il via alla gara.

Categoria: Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.