Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Nella lontanissima Samara arriva la prima sconfitta di Coppa per la Virtus, che esce sconfitta 72-70 in un match dove solo i padroni di casa avevano qualcosa da giocarsi (e che così si qualificano come seconda del girone G) e affrontato senza Boykins e Arnold. Il lungo bianconero, rimasto a Bologna, è nel frattempo diventato padre di Aaron J.

A Samara, invece, è stato un incredibile ultimo quarto dell’esterno Marque Perry a rendere vani 30 buoni minuti del team di Boniciolli: suoi infatti 21 dei 27 punti messi a segno dai russi negli ultimi 10’.
Indolore, come detto, il primo KO, ora la Virtus torna in Italia per affrontare nella prossima giornata la Benetton.

Primo quarto di grande equilibrio, con la Virtus che trova punti iniziali da Koponen e
Righetti, deve fronteggiare in Stanescu il giocatore di casa più caldo, e scopre di avere Chiacig in buona giornata. Chiuso in svantaggio 14-17 i primi dieci minuti, i bolognesi finiscono immediatamente a -5 con la prima azione del secondo quarto, con cesto di Filippov; e Samara tocca il massimo vantaggio, 25-19, dopo 13’. Serve andare da Giovannoni e da Chiacig, oltre che mettere un po’ a posto le cose in difesa, per tornare subito in parità (30-30 al 17’), e provare anche a mettere il naso avanti quando Langford centra dalla lunetta i punti del 32-30 bianconero. Alla fine del primo tempo, con già doppia cifra per Chiacig, 34-34 sul tabellone.

C’è solo Virtus, nella ripresa: ancora Chiacig, Langford e due liberi di Ford portano la squadra di Matteo Boniciolli fino al 48-37 al 26’ (subendo quindi, a cavallo
dell’intervallo, 12 punti in 13’), anche se i primi tentativi di rimonta Samara non sono immediati: i russi se non altro ritrovano la
via del canestro, chiudendo la terza frazione sotto di 8, 53-45. A far saltare il vantaggio però è Marque Perry, che tra punti e assist si carica la squadra sulle spalle, arrivando ad impattare a quota 59 al 34’. Chiacig e Righetti cercano l’ultimo vantaggio bolognese, (68-64 al 38’), ma lo sprint finale premia Samara, con due liberi a 11” dalla fine di Demeshkin che chiudono la faccenda, rendendo inutile l’ultimo
gol di Koponen.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.