Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Qualcosa di calcistico in serie A anche il prossimo anno ci sarà. Domenica, infatti, a Catania, è stato chiamato per il suo esordio il fischietto bolognese Gianluca Aureliano, 34 anni, è nato il 29 febbraio 1980, che dopo un solo anno di serie B farà il grande salto. 15 gli incontri diretti in cadetteria e uno in coppa Italia durante questo campionato, per un arbitro che ha cominciato ad arbitrare nel 1999. Figlio d’arte, il padre è presidente della sezione AIA di Bologna, Gianluca è considerato uno degli emergenti e potrà sperimentare la sua crescita in un incontro davvero senza alcun tipo di valore per le classifiche. Ha cominciato come giocatore di calcio a San Lazzaro e nell’ Ozzanese fino all’Eccellenza, poi ha cominciato la carriera arbitrale. 4 anni in serie D, 5 anni di C prima della B. Le sue caratteristiche? La tranquillità e una naturalezza istintiva che in tanti hanno apprezzato – afferma il padre Antonio – è uno che accetta il dialogo. Non penso sia stato aiutato dalla mia presidenza, anzi si è impegnato perchè questa cosa non pesasse. Ma la nostra associazione pensa solo alla meritocrazia e questa è una regola che vale per tutti”!.
(Serie c 5 anni e gli assistenti facevano 4° uomo in A e B “In bocca al lupo ed essere sempre se stesso e sempre partita di calcio, rispettare sempre se stesso”).
Intanto per quanto riguarda la squadra il Bologna si è allenato nel pomeriggio sotto il sole di Casteldebole davanti ad una settantina di tifosi tra cui molti ragazzi, che alla fine hanno assediato i giocatori per chiedere indumenti o autografi. Da Kone la conferma che lui e Lazaros da lunedì partiranno con le loro nazionali e il fatto che non solo non ha scritto quanto falsamente qualcuno ha pubblicato a suo nome su Istagram, ma che difficilmente avrebbe potuto farlo non conoscendo il suo futuro.
Intanto verso l’inutile partita di domenica sera a Roma Ballardini, nella partitella in famiglia di metà settimana ha continuato a provare il 4-3-3 con Stoianovic tra i pali e potrebbe fare il suo esordio in questa stagione, quindi Sorensen Natali Cherubin e Morleo in difesa, quindi a centrocampo Ibson a destra, Pazienza centrale e Cech a sinstra, con Moscardelli, Acquafresca e Laxalt di punta. Alcuni cambi nella ripresa, con Cristaldo per Moscardelli in avanti, mentre Krhin, Garics, Friberg e Bianchi hanno svolto un lavoro differenziato nel campo dietro le tribune. Ancora una volta poche emozioni, con un gol di Rodriguez per la squadra delle riserve nella prima frazione.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/RVM_BOLOGNA_20140515.mp4

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.