Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

“Muzzarelli le da” della gallina, ora si tenga pure la mimosa”, e “chieda scusa”. E” firmata da nomi noti e di sinistra, tra cui anche l”ex senatrice del Pci, Isa Ferraguti, la strigliata che arriva in occasione della festa dell”8 marzo al candidato sindaco a Modena Gian Carlo Muzzarelli, per la frase pronunciata qualche giorno fa e indirizzata alla candidata renziana Francesca Maletti. “La prima gallina che canta ha fatto l”uovo”, aveva dichiarato Muzzarelli nei confronti della competitrice nel pieno delle polemiche sulle presunte irregolarita” alle primarie. Uno stile che non e” andato giu” alle donne modenesi. “E” una frase di un maschilismo pazzesco- rincara la dose Ferraguti, che e” anche presidente del mensile ”Noi donne”, storica rivista femminista- e se Muzzarelli fosse un signore dovrebbe chiedere scusa a Francesca Maletti, e alle donne”. “Troviamo inaccettabile e da respingere con sdegno questo linguaggio che, ne siamo certe, non sarebbe mai stato attribuito, con tale superficiale rozzezza, ad un candidato di genere maschile- scrivono le 11 firmatarie tra cui Adriana Blasich, Palma Bubolo e Sandra Grani, donne note a Modena per il loro attivismo sociale e nelle associazioni femminili- del resto ne abbiamo una concreta riprova, perche” lo stesso trattamento non e” stato riservato al terzo competitore, che per primo ha sollevato analoghi problemi”, concludono riferendosi a Paolo Silingardi che nello stesso giorno delle primarie sollevo” il problema degli stranieri con un esposto. E la Festa della Donna e” l”occasione per rincarare la dose: “L”assessore Muzzarelli abbia almeno l”eleganza di non distribuire mimose l”8 marzo”. (Dire)

Categoria: Politica
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.