Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

è una sfida che oramai è un classico in Serie B, sempre equilibrata e mai scontata. Anche se, per il Modena, lo stadio Neri di Rimini è un vero e proprio tabù visto che in dodici partite non è mai riuscito ad espugnarlo. Parliamo naturalmente di Rimini-Modena, il derby che andrà di scena domenica pomeriggio alle 15 per la seconda giornata di Serie B. Oggi è una partita dal pronostico quasi scontato visto che il Modena appare in balia degli avversari dopo un’estate quanto mai difficile dal punto di vista societario. I canarini sono unanimemente riconosciuti tra le più seire candidate alla retrocessione mentre il Rimini, nonostante l’addio di acori in panchina, può ancora puntare a recitare un ruolo da protagonista, fino a giocarsi i play-off. Il Rimini visto venerdì sera a Parma è sembrato tonico, quadrato e con diverse soluzioni tattiche a disposizione. Selighini, a sorpresa, ha schierato un 4-4-2 molto coperto, con Cardinale al posto di Pagano in fascia per garantire una miglior copertura, ed il modulo ha funzionato bene. Con il Modena, probabilmente, tornerà il 4-2-3-1 tanto caro al vecchio tecnico ma anche perfetto per far risaltare le caratteristiche dei vari Ricchiuti e Pagano. L’unico vero dubbio riguarda il centravanti Vantaggiato, ancora indietro di preparazione e con qualche acciacco di troppo, ma voglioso di riconquistare il posto da titolare, specie contro il Modena avversario che l’anno scorso matò con uno splendido gol da lontano. In casa Modena ai lunghi infortuni di Pinardi, Bolano, Longo, Lombardi, Ungari e Gilioli ieri si è aggiunto lo stop di Simone Gozzi, fermo per una contusione. Se mancherà anche il difensore reggiano, per Zoratto si fa veramente dura…

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.