Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

L’attesa è finita. Domenica, alle ore 19.00, la Virtus scenderà sul parquet di Sassari per la prima giornata del campionato e avversario peggiore forse non poteva esserci. I sardi, galvanizzati dalla recente vittoria in Supercoppa su Milano, hanno l’entusiasmo alle stelle e, senza dubbio, sono una tra le squadre favorite nella corsa al titolo di campione d’Italia. Nonostante la partenza dei cugini Diener, Meo Sacchetti può contare su un roster profondo, al quale non manca certo il talento. Diversi i giocatori che possono far male, come gli esterni Sosa, Sanders, Logan e Dyson, per non parlare di Cusin e Brooks. Facile pensare che Sassari cercherà di imporre già dalla palla a due il suo ritmo alla gara e proprio qui dovrà venire fuori la Virtus. Fondamentale, infatti, per le vu nere mettere in campo una difesa aggressiva, che riesca ad inceppare i meccanismi offensivi dei padroni di casa. Ruolo importante lo avrà il più esperto tra i bianconeri, Allan Ray, che per l’occasione, ma non solo, dovrà vestire i panni del leader. Consapevole di quanto sia difficile l’impegno Giorgio Valli: “Sarà dura – ha detto il coach al Carlino – loro sono più avanti perché stanno per iniziare l’Eurolega e hanno battuto Milano in Supercoppa, noi però ci presenteremo con lo spirito di chi vuole provare a vincere”. Ma che campionato si aspetta Valli? “Credo che tra 8-9 giornate le squadre inizieranno ad esprimere una buona pallacanestro, sono convinto che il risparmiare non significa necessariamente livello basso. Ogni squadra prende decisioni mirate anche quando si tratta di giovani e bisogna dare il tempo ai nuovi di adeguarsi al nostro campionato”. Considerando il contesto, la Virtus, a detta del coach, dovrà giocarsi la salvezza con le squadre dello stesso budget bianconero, quindi Capo d’Orlano, Cremona e Pesaro. “Però – ha voluto precisare Valli – non sarà un discorso limitato perché verranno risucchiate anche le squadre che non hanno un progetto chiaro e traguardi definiti. Proprio come successo a noi l’anno scorso”.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.