Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20140107.mp4

Oggi è il giorno della riflessione, da domani, con il ritorno dalle ferie di Guaraldi, sarà quello in cui si deve agire. La debacle di Catania riapre il problema tecnico, che tutti speravano fosse diventato meno pressante dopo la vittoria con il Genoa. Ieri la dimostrazione chiara che anche l’ultima della classe può battere il Bologna se i giocatori dimostrano così poco attaccamento alla maglia. Oppure loro stessi hanno voluto far capire che chi vince e chi perde non è l’allenatore, ma i giocatori. Tutto questo sulla pelle del Bologna e dei suoi tifosi, che non meritano che si giochi in maniera così lampante sul futuro di una squadra che è tecnicamente, oramai, lasciata a se stessa, con un tecnico che giustamente non si dimette, ma è stato oramai lasciato solo. Per i giocatori è l’alibi dei risultati che non vengono, per la società un peso notevole, se è vero che il contratto suo e dei suoi collaboratori pesa in maniera notevole sui magri bilanci societari. Inoltre il calendario è da brivido: Lazio e Napoli in casa, quindi tre incontri che potranno valere molto: le trasferte con sampdoria e Torino e l’incontro casalingo con l’Udinese di Guidolin, altra squadra in grave crisi.
Dunque era forse questa la settimana buona per il cambiamento, o magari quella dopo il Napoli, anche se è possibile che Guaraldi voglia lasciare qualche possibilità al tecnico di giocarsi la salvezza con un paio di pedine in più. Almeno un centrocampista e una punta diversa da quelle che ora sono in rosa, con la speranza che Zanzi sia capace di cambiare quei giocatori che ora stanno remando contro, con qualcuno che, venendo da fuori, abbia voglia di mettersi in mostra.
E’ una situazione decisamente complicata,anche perchè sono in tanti coloro che si ritengono di poter dare i loro consigli a Guaraldi e bisogna che il presidente sia capace di discernere quelli opportuni da quelli presi solo per l’interesse di qualcuno. Intanto Pioli oggi è tornato ad allenare i suoi con un defaticante per chi ha giocato, mentre una seduta più pesante per gli altri. Niente sosta questa settimana, ma non per punizione, ma solo perchè la partita con la Lazio è l’anticipo del sabato alle 20.45 dell’ultima giornata di andata.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.