Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_calcio_20150821.mp4

Domani sera finalmente si parte. A Bologna a causa di una squadra ancora in parte da fare non c’è grande euforia per il risultato, ma certamente curiosità e speranza che al 31 di agosto la squadra possa avere almeno altri tre-quattro titolari diversi da quelli attuali. Oggi è stato ufficializzato Krafth, che si è presentato dicendo di voler diventare il laterale più forte della serie A, mentre il buon Delio Rossi è alle prese con una squadra che fa fatica a mettere 11 giocatori in campo almeno che possano non fare brutta figura. In modo particolare il centrocampo è davvero risicato. Fermo Rizzo per tre settimane, fermo Zuculini fino a novembre, ancora non pronto per il campionato Pulgar, sembra che il tecnico abbia intenzione di schierare come mezzala destra Marco Crimi, arrivato solo ieri dal Latina nella scambio con Paponi e subito gettato nella mischia. Capitano sarà Robert Acquafresca, che dopo una stagione difficile, ritrova la serie A con una fascia impegnativa e un ruolo da spalla di Destro che potrebbe anche essergli utile per trovare quegli spazi nei quali negli anni migliori era bravo ad inserirsi. Con Destro dovrebbe anche cambiare il gioco rossoblù: meno lanci lunghi e più cross dalle fasce per cercare il tempismo e la testa di chi ha dimostrato di saperla mettere dentro.
Tra i rossoblù due debuttanti nella massima serie: Ferrari sulla destra a Masina a sinistra, mentre Oikonomou una partita l’ha giocata con il Cagliari, così come Crimi nel Bari nel lontano 2010 da giovanissimo. Nello stesso tempo una squadra che non ha mai giocato una partita intera insieme e Destro e Crimi hanno svolto con i compagni solo un paio di allenamenti ancora difficilmente avrà i tempi giusti. Per questo Rossi ha chiesto pazienza, specie con i giovani. In casa Lazio mancheranno il portiere Marchetti e gli attaccanti Klose e Djordjevic.
A Roma il clima sarà particolare, con i tifosi biancocelesti che non entreranno nella curva nord per protesta verso il prefetto della città che ha ulteriormente stretto le maglie con perquisizioni oltre il normale e, secondo i tifosi, trasformando la curva in un lager. I tifosi del Bologna saranno circa 350 con cinque pullman e qualche decina di macchine private, per un viaggio che vede tanta passione e molta speranza.
Seguiremo l’incontro domani dalle 20 su Telecentro con il Pallone Gonfiato live, mentre tutti gli approfondimenti lunedì dalle 21 su Telesanterno.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.