Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20160212.mp4

Se la mente dei tifosi è già rivolta alla partita del 19 febbraio con la Juventus, Donadoni e i suoi hanno, invece, un’altra maglia bianconera che frulla per la testa ed è quella dell’Udinese. Non può essere considerata solo una partita di passaggio, ma è un importante passaggio per il completamento del lavoro che il tecnico sta facendo. Fino ad ora gli incontri con la squadre dello stesso livello del Bologna sono state le più difficili da leggere e da interpretare. Basta pensare alle sconfitte con Empoli, Torino e Chievo per capire che la squadra di Colantuono è da prendere assolutamente con le molle. Come sempre la famiglia Pozzo trova sempre tanti stranieri e la squadra cambia ogni anno, quindi per un tecnico non è facile assemblare i giocatori, ma se sono di qualità la risposta sul campo è spesso positiva. I friulani in casa hanno un andamento a dir poco altalenante. Hanno vinto solo tre incontri, penultimi solo dopo il Verona, tre pareggi e ben cinque sconfitte, avendo collezionato più punti fuori dalle mura amiche che non nel nuovo stadio, dove saranno presenti ben più di 1000 tifosi rossoblù. Un esodo che segue quelli di Milano e Sassuolo. Ancora una volta una grande dimostrazione di affetto del pubblico, che oramai si è innamorato di questa squadra giovane e spesso sbarazzina.
Donadoni ha qualche dubbio, anche se quello più importante riguarda Diawara. Il ragazzo da ieri mattina è sfebbrato, ma anche oggi sul campo non si è visto. A centrocampo Brighi, Taider e Donsah, con Mounier, Destro e Giaccherini in avanti. Gli altri due ruoli sui quali vi sono ancora dubbi riguardano il portiere. In giornata Mirante si è allenato sulle punizioni assieme alla squadra e, visto che si è allenato tutta la settimana in maniera regolare, le sue quotazioni per il ritorno in campo salgono vertiginosamente. Chiaro che Da Costa ha mostrato la consueta sicurezza con la Fiorentina e dunque anche il suo utilizzo non porterebbe alcun tipo di problema. Infine l’ultimo dubbio rimane il terzino destro: se lo giocano in tre, con Mbaye che dopo la partita con la Fiorentina merita sicuramente una seconda chance, mentre anche Ferrari e Zuniga possono vantare possibilità anche se decisamente inferiori. Al centro della difesa, dopo la squalifica dovrebbe tornare Oikonomou accanto a Gastaldello anche se Maietta ha recuperato al 100% ed è a disposizione, mentre a sinistra Masina dopo la partita con l’under 21 tornerà regolarmente.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.