Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20140115.mp4

Anche se da alcuni giorni si stava allenando con la sua nuova squadra, si è ufficialmente conclusa oggi alle 13.08 l’avventura di Gimenez in rossoblù. Ceduto al National di Montevideo a titolo definitivo. Un saluto al Fenomeno, cometa più veloce della storia rossoblù, accesa e spenta nel giro di una settimana del 2010, tra il 17 e il 24 gennaio, con un gran gol a Firenze e la settimana dopo la doppietta che ha steso il Bari, subentrando nella ripresa al posto di Valiani. Ma il mercato impazza e dunque ci sono da registrare le consuete voci. Quella di Vigorelli, procuratore di Floccari, sempre più ottimista per la conclusione dell’accordo con il Bologna. Un milione alla Lazio e due anni e mezzo di contratto al giocatore. Ma la città sogna il ritorno di Gilardino, che però è legato alla cessione di Bianchi e Acquafresca, oltre al fatto che senza la cessione di un big non ci sarebbero le risorse. Sorensen e Diamanti le possibili cessioni eccellenti. Il difensore continua ad avere diverse richieste, bisogna solo capire se Juve e Bologna ritengono congrue le offerte.
Per il centrocampo l’arrivo di Maresca a Palermo potrebbe non essere un segnale di chiusura per il ritorno di Della Rocca, nello stesso momento al Bologna un centrocampista serve. A meno che, come ha suggerito Ballardini, non si affianchi uno che sa far girare il pallone, con altri dai piedi buoni. Allora ecco che la partenza di Gimenez apre un visto per un extra comunitario e in tanti, ma soprattutto il neo consulente di mercato Bagni sognano il ritorno in prestito di Ramirez, che formerebbe con Perez davanti alla difesa e Kone a destra un centrocampo forte ma pure dai piedi buoni. Ramirez potrebbe anche giocare accanto a Diamanti ed entrambi dietro a Floccari. Facile se non fosse che gli stipendi di Ramirez e Floccari, sommati a quello di Diamanti non sono sopportabili dalle casse rossoblù e dunque stiamo parlando del libro dei sogni. In questi giorni Diamanti è alle prese non solo con un problema al piede che continua a tenerlo in stand by, ma pure deve capire se le voci provenienti dalla Cina sono reali. Per lui e per il Bologna tanti soldi e un treno che potrebbe anche non tornare. Ecco perchè le parti ci stanno pensando. Solo nel caso di addio del capitano, per non meno di dieci milioni, potrebbe riaprirsi la pista del ritorno di Portanova, ma anche quella legata a qualche colpo di mercato di Bagni decisamente futuribile.
Per il campo Ballardini continua a provare la difesa a tre, con tutti i suoi uomini disponibili eccetto Diamanti, che anche oggi ha marcato visita e solo domani si avrà il responso definitivo sulla sua presenza con il Napoli. Lo staff medico è decisamente ottimista, ma la prova si avrà domani. Intanto riprende il ruolo da protagonista Perez, mentre bisogna capire chi lo affiancherà a destra. Potrebbe essere riproposto Pazienza, oppure essere lanciato Laxalt o riproposto Christodoulopoulos. In attacco Bianchi in pole ma l’impegno degli altri è notevole e Ballardini ha solo l’imbarazzo della scelta. Certo, se dovesse dare forfait Diamanti tutto potrebbe cambiare, magari anche il modulo.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.